06:16 20 Gennaio 2018
Roma+ 8°C
Mosca-11°C
    Miniera d'oro

    Russia, i geologi hanno creato un modello 3D del più grande deposito di ferro

    © Sputnik. Evgeny Yepanchintsev
    Mondo
    URL abbreviato
    1122

    Gli scienziati del Centro scientifico dell’Accademia russa delle scienze di Kola hanno creato un modello tridimensionale del giacimento di Kovdor, il più grande deposito di ferro, fosforo, e zirconio in Russia. Lo riporta il Journal of Minerals.

    Uno dei principali problemi per i geologi, i minatori e gli industriali è quello di valutare il numero di minerali contenute nei vari giacimenti. Oggi, gli scienziati stanno cercando di ottenere tali dati attraverso modelli computerizzati basati sui campioni provenienti da diverse parti del giacimento.

    Utilizzando una tecnica simile, i geologi russi hanno creato il modello tridimensionale del deposito Kovdor, una delle più grandi riserve di ferro della Terra, che si trova nella parte occidentale della regione di Murmansk vicino alla città di Kovdor.

    Per disegnare la mappa di questo giacimento, gli scienziati l'hanno suddivisa in molti blocchi solo una piccola parte della quale è stata studiata sul posto. In totale, gli scienziati hanno studiato la composizione chimica e minerale di circa 550 campioni di roccia per determinare la struttura del giacimento di Kovdor.

    Tale studio permetterà gli industriali per pianificare l'estrazione del minerale di ferro e molti altri minerali per gli anni a venire.

    Inotlre, gli scienziati hanno scoperto due minerali precedentemente sconosciuti: campellite, un composto di fosforo, scandio, magnesio e bario, e l'idrossinatropiroclor, un composto di cloro, niobio, sodio e calcio.

    Correlati:

    Scienza, possibile curare il cancro con l’aiuto degli spermatozoi
    Scienza, scoperto buco nero supermassiccio grande 800 milioni di Soli
    Antonov: scienza e formazione sono base per riavvicinamento USA Russia
    Tags:
    minerali, ricerca scientifica, tecnologia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik