20:20 20 Aprile 2018
Roma+ 21°C
Mosca+ 13°C
    Incontro di Lavrov con Lega Araba

    La lega araba accoglie con favore l'esito del voto dell'ONU su Gerusalemme

    © Sputnik . Mikhail Voskresenskiy
    Mondo
    URL abbreviato
    19140

    La lega degli stati arabi accoglie con favore l'esito del voto dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che ha adottato una risoluzione che rifiuta di modificare lo status di Gerusalemme e il suo riconoscimento come capitale di Israele.

    Lo ha detto il segretario generale della lega, Ahmed Abul Gate. L'Assemblea generale della Nazioni Unite ha approvato una risoluzione per il non  riconoscimento della decisione americana per lo status di Gerusalemme come capitale di Israele, nel corso della votazione giovedì per il documento hanno votato 128 paesi, contro 9, 35 si sono astenuti.

    Secondo il documento, "tutte le decisioni e le azioni che implicano un cambiamento del carattere, dello stato e della composizione demografica della città sacra di Gerusalemme, non hanno forza di legge, non sono valide e devono essere annullate". La risoluzione "richiede a tutti gli stati" "di non riconoscere azioni o misure, che sono in contrasto con le risoluzioni" del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

    "Il voto rivela ancora una volta il completo e unanime sostegno internazionale dei diritti dei palestinesi e contribuisce a consolidare questo diritto legislativo e morale. Purtroppo, il voto individua l'isolamento, in cui gli USA si sono messi da soli senza un comprensibile motivo", si legge nel comunicato del segretario generale. Abul Gate ha ringraziato anche a nome degli stati arabi quei paesi che "hanno scelto la parte giusta e hanno preferito i principi agli interessi".

    Prima della riunione il presidente Donald Trump ha detto che Washington cesserà di fornire assistenza finanziaria ai paesi che supporteranno la risoluzione dell'Assemblea Generale dell'ONU a Gerusalemme. L'ambasciatrice USA alle Nazioni Unite Nikki Haley, parlando prima del voto, ha confermato questa posizione, ma ha anche detto che i suoi risultati non influenzeranno la decisione degli USA a spostare l'ambasciata a Gerusalemme.

    All'inizio di dicembre, Trump ha annunciato il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele e ha firmato un documento sul trasferimento dell'ambasciata americana da Tel Aviv. La decisione americana è stata positivamente accolta in Israele, ma ha causato una reazione negativa da parte di molti stati del mondo, in primo luogo nei paesi del Medio Oriente e Palestina.

    Correlati:

    Gerusalemme, Lavrov: preoccupati per la situazione, faremo tutto per promuovere colloqui
    Trump riconosce Gerusalemme come capitale dell'Israele. La reazione dei palestinesi
    Netanyahu attacca la UE dopo le critiche alla decisione di Trump su Gerusalemme
    Tags:
    Lega Araba, Donald Trump, Israele
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik