03:14 21 Maggio 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 6°C
    Ponte di Crimea

    Crimea e Russia unite dal ponte

    © Sputnik . Aleksey Pavlishak
    Mondo
    URL abbreviato
    11532

    E' stato completamente ultimato l'assemblaggio delle campate della parte stradale del ponte di Crimea. In prossimità di Capodanno ha preso forma il ponte che collega le città di Kerch e Taman.

    La terraferma e la penisola sono unite da un ponte costituito da strutture metalliche con un peso complessivo di oltre 100mila tonnellate e da 288 piloni.

    "Alla vigilia del nuovo anno i costruttori del ponte di Crimea hanno unito la costa della penisola con Taman, — ha detto Leonid Ryzhenkin, vice direttore per i progetti infrastrutturali della società Stroygazmontazh. — Oggi abbiamo creato un ramo unico delle campate del ponte della parte stradale, complessivamente lungo 19 chilometri."

    Dopo aver unito le estremità del ponte, i costruttori hanno preso atto della piena attuazione del piano di lavori del 2017.

    Sono stati ultimati 455 su 595 piloni previsti dal progetto (compresi tutti i 288 supporti della parte stradale).

    Ora proseguono i lavori per l'asfaltatura del ponte: al momento è stato compiuto il 50% del volume complessivo del progetto. La posa dell'asfalto sul tratto sospeso sul mare inizierà nel 2018.

    "Si prevede inoltre di installare un sistema di controllo automatico del traffico, — ha affermato Roman Novikov, responsabile di una delle società appaltatrici. — Serve per la gestione del traffico e per informare gli automobilisti dello situazione nell'infrastruttura."

    Secondo le previsioni, il ponte sarà aperto al traffico automobilistico verso la fine del 2018.

    Correlati:

    Prende forma il ponte della Crimea
    La vista aerea del ponte della Crimea
    Russia: pubblicati risultati votazioni per nome del ponte sullo Stretto di Kerch
    Russia, Guardia nazionale creerà brigata navale per proteggere il ponte di Crimea
    Tags:
    Trasporto, Economia della Russia, Tecnologia, ponte, Crimea, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik