03:26 22 Gennaio 2018
Roma+ 8°C
Mosca-7°C
    La bandiera cubana

    Independent: crescita commercio con Cuba aumenta influenza della Russia vicino agli USA

    CC BY 2.0 / dariorug / CUBA flag
    Mondo
    URL abbreviato
    6160

    Dopo che gli USA hanno deciso di inasprire l'embargo economico contro Cuba, il paese caraibico ha aumentato gli scambi commerciali con la Russia, scrive la testata britannica Independent. A sua volta Mosca cerca di incrementare la propria influenza sugli approcci all'embargo USA e sostiene attivamente le società russe, collaborando con Cuba.

    Cuba ha incrementato significativamente il suo commercio con la Russia, dopo che il governo di Donald Trump ha rafforzato le restrizioni che si applicano al vicino stato comunista, scrive The Independent.

    Un certo numero di compagnie statali russe stanno attualmente negoziato accordi con l'isola caraibica, cercando di colmare il vuoto dopo l'abbandono di altri partner commerciali. Il principale partner commerciale è ancora la Cina, ma nel frattempo, Cuba sta rafforzando i suoi legami economici con la Russia, con la quale era alleata durante la Guerra Fredda. Un tale sviluppo nei rapporti tra i due paesi è dovuto all'abbandono da parte di Donald Trump di una politica di rafforzamento della cooperazione con Cuba, dice la pubblicazione.

    Secondo gli esperti nel campo della politica estera, Mosca usa questo raffreddamento delle relazioni per minare l'influenza dell'America vicino i suoi confini. "La Russia considera questa opportunità per sviluppare i propri legami con Cuba" ha affermato Jason Marchak, direttore del Centro per l'America Latina di Adrienne Arsht. Quanto più la Russia espande la propria presenza a Cuba, più si intensificano gli sforzi per minare l'influenza degli USA e impedire alle nostre aziende di sfruttare opportunità di business a Cuba".

    Sullo sfondo del desiderio della Russia di aumentare la sua influenza in America Latina, le sue esportazioni a Cuba nell'ultimo anno sono cresciute dell'81%, secondo un articolo. Il prossimo mese verranno consegnate 300 nuove auto Lada di produzione russa, che sostituiranno in parte le vecchie macchine sovietiche che predominano le strade di Cuba. Non potendo importare o permettersi veicoli più nuovi, molti cubani sono riusciti a migliorare le loro auto da soli, non avendo possibilità di ricevere nessuna assistenza.

    Lo scorso fine settimana, il capo della compagnia petrolifera russa Rosneft, Igor Sechin, si è recato all'Avana per incontrare il presidente cubano Raul Castro. Secondo il quotidiano britannico, hanno discusso un nuovo importante accordo economico nel settore energetico, che dovrebbe andare a beneficio di Cuba, che attualmente dipende fortemente dal Venezuela per il suo fabbisogno di carburante.

    Dal 2014, quando l'economia del paese sudamericano è crollata, il Venezuela ha ridotto di oltre il 40% le esportazioni a Cuba. Ora sull'isola caraibica c'è una forte penuria di elettricità e il governo sta esaminando nuove opportunità per fornire energia a basso costo.

    Come ricorda il quotidiano, a maggio Rosneft per la prima volta dopo la fine della guerra fredda ha iniziato a fornire petrolio a Cuba. Un'altra società russa, "Sinara", il mese scorso ha iniziato a esportare nell'isola caraibica 75 locomotive per un affare di $190 milioni. Allo stesso tempo, Ferrovie Russe sta negoziando un affare del valore di $2,2 miliardi e prevede l'ammodernamento di centinaia di chilometri di ferrovie cubane e la costruzione di una nuova strada tra L'Avana e la località balneare di Varadero.

    Molte compagnie russe che hanno collaborato con Cuba hanno ricevuto un sostegno finanziario dal governo russo, che si sta impegnando per rafforzare le relazioni con i paesi latinoamericani, afferma l'autore dell'articolo.

    L'ex presidente USA Obama attenuò l'embargo commerciale contro Cuba, misura che limitava fortemente la gamma di merci che Cuba poteva importare. Ora i repubblicani, al contrario, hanno inasprito le restrizioni. L'isola caraibica, secondo loro, è dominata da un "regime brutale", e assicurano che non "rimarranno più in silenzio di fronte all'oppressione comunista".

    Secondo uno dei funzionari russi, il fatturato del commercio tra la Russia e Cuba quest'anno potrebbe aumentare a partire dai $248 milioni ai $400 milioni. Inoltre, la Russia negli ultimi anni ha cancellato un debito di Cuba dall'era sovietica per un importo di 35 miliardi di dollari, sottolinea The Independent.

    Correlati:

    Incontro a Cuba tra il numero uno di Rosneft e Raul Castro
    La Russia non intraprende alcuna azione per la restituzione delle basi a Cuba
    Reazione USA a proposta Parlamento russo per ripristinare basi militari a Cuba e Vietnam
    Tags:
    Commercio, Embargo, Affari, commercio, economia russa, commercio, Rosneft, Donald Trump, Cuba
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik