Widgets Magazine
22:31 15 Luglio 2019
Fotoreporter

Nel 2017 uccisi 97 giornalisti nel mondo

© Fotolia / Rafael Ben-Ari
Mondo
URL abbreviato
304

Durante quest'anno in 28 Paesi sono stati uccisi 97 giornalisti. Questi dati sono stati pubblicati nel rapporto annuale dell'organizzazione non governativa Press Emblem Campaign (PEC).

Tra i Paesi più pericolosi per i media, il Messico è al primo posto, dove nel corso dell'anno 14 giornalisti sono stati assassinati. Tra i primi cinque Paesi pericolosi per i giornalisti figurano anche l'Iraq (9 vittime), l'Afghanistan (8), l'India (7) ed il Pakistan (7).

La sesta e la settima posizione sono occupate dalle Filippine (6) e dalla Siria (6), seguite dalla Somalia (5) e dall'Honduras (4).

La Russia si trova al 10° posto. Secondo l'organizzazione, tre giornalisti sono stati uccisi in Russia a partire dallo scorso gennaio.

Si osserva che per la prima volta dal 2008 il PEC ha registrato meno di 100 vittime tra i dipendenti dei media nel mondo. Allo stesso tempo tra le vittime, il numero delle donne è aumentato: dalle cinque dell'anno scorso alle 16 dell'anno corrente.

Nel 2016 era stato raggiunto il record di giornalisti uccisi nel mondo negli ultimi 10 anni.

Tags:
giornalisti, Giornalismo, Società, Omicidi, mass media
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik