03:59 14 Dicembre 2019
Lanciamissili russi S-300

S-300, Buk-M2...quale sistema anti-missile russo sceglierà la Serbia?

© Sputnik . Ramil Sitdikov
Mondo
URL abbreviato
2111
Seguici su

Annunciando la visita a Mosca dal 18 al 20 dicembre, il presidente serbo Aleksandar Vučić ha dichiarato di voler acquistare 6 elicotteri russi ed un sistema di contraerea.

Si può solo intuire su quale sistema anti-missile verte la discussione. In una conversazione con Sputnik, l'esperto militare Miroslav Lazanski ha osservato che l'opzione più ovvia per la Serbia, l'S-300, non è adatta. Sono dotati di questo armamento i vicini della NATO, come Bulgaria e Grecia, pertanto Belgrado ha bisogno di qualcosa di più moderno.

"La cosa migliore sarebbero il lanciarazzi "Pantsir-C1" ed il "Buk-M2", in quanto compatibili con il nostro attuale sistema di difesa aerea, cosa che per noi è più che sufficiente: otterremmo un sistema di difesa aerea a medio raggio affidabile. Se parliamo delle modifiche dell'S-300, consiglierei di prestare attenzione all'S-300VM. È migliore dell'S-300, può essere paragonato per certi versi all'S-400. Tuttavia, non sono sicuro che i russi vogliano venderlo, oltretutto non è un giocattolo economico."

Secondo Lazanski, la Serbia non dovrebbe ambire ad acquistare le armi più costose e cercare di mostrarsi leader militare nei Balcani.

"Per questo non abbiamo i fondi, non è sufficiente comprare solo un sistema di difesa aerea. Se si compra una versione qualsiasi dell'S-300, c'è bisogno di almeno una divisione, ovvero 3 batterie, 18 macchine con 4 lanciatori ciascuna. Oltre ai razzi, serve il radar… Tutto questo costa molto."

L'esperto osserva che relativamente alle valutazioni sugli elicotteri, la scelta è caduta sui velivoli prodotti in Russia perché la Serbia ha già 3 Mi-17 (due sono stati acquistati dalla Federazione Russa nel 2016) e diversi Mi-8 che necessitano di riparazioni:

"Abbiamo tutta la logistica necessaria, l'impianto Moma Stanojlovic ha tutti gli strumenti necessari per la riparazione, i nostri meccanici sono ferrati per questo modello, i piloti passeranno dagli Mi-8 agli Mi-17 senza problemi. Il Mi-17 al momento è il miglior elicottero da trasporto al mondo, inoltre costa meno dei concorrenti occidentali."

Ricordiamo che in alcuni casi la Russia vende armi alla Serbia a condizioni preferenziali. Ad esempio nel 2016, la Federazione Russa e la Serbia avevano concordato il trasferimento di 6 MiG-29 nell'ambito del programma di assistenza tecnico-militare, oltre a 30 carri armati T-72S e 30 blindati.

Correlati:

La Russia regala alla Serbia 30 T-72 con corazza reattiva
La Serbia negozia con la Russia l’acquisto di sei elicotteri Mi-17
Perchè la NATO lusinga la Serbia?
La Serbia non sosterrà le sanzioni contro la Russia
Tags:
Cooperazione militare, Difesa antimissile, Difesa, Sicurezza, S-300, Balcani, Russia, Serbia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik