Widgets Magazine
00:41 14 Ottobre 2019
Costruzione gasdotto Nord Stream

Gli USA invitano i danesi a non essere d'accordo sul Nord stream 2

© Sputnik . Igor Zarembo
Mondo
URL abbreviato
8018
Seguici su

Il dipartimento di stato americano è in trattative con la Danimarca, con l'obiettivo di impedire la costruzione del gasdotto russo Nord stream 2, riferisce il Washington Examiner.

La voce di questo paese può essere decisiva, parte del gasdotto passa attraverso il suo territorio. Mentre tutti i tentativi di Washington di bloccare il progetto russo incontrano la resistenza della Germania, i diplomatici statunitensi sperano ancora di convincere i politici tedeschi.

"La squadra del segretario di stato Rex Tillerson, ha trovato una via diplomatica per bloccare il grande progetto di gasdotto dalla Russia verso l'Europa occidentale" riferisce il Washington Examiner, citando un alto funzionario del dipartimento di stato USA. I diplomatici statunitensi sono in trattative con i rappresentanti della Danimarca, il cui obiettivo è impedire la costruzione del gasdotto Nord stream  2. 

Come scrive il quotidiano, "il gasdotto ha suscitato un'ondata di allarme in tutta Europa e negli USA, perché le autorità temono di dipendere dall'energia russa". Tuttavia, la Germania sostiene questo accordo, che rende difficile per l'Occidente il compito di bloccare il progetto. E qui in gioco può entrare in Danimarca.

"Per quanto il Nord stream 2 passi attraverso la Danimarca, può diventare giuridicamente e politicamente un inciampo, capace di frenare lo sviluppo del gasdotto" dice il dipendente del dipartimento di stato Wes Mitchell. Secondo lui, in Europa prevale l'opinione che il gasdotto non deve essere costruito. 

Questo progetto desta preoccupazione per molte ragioni. In primo luogo, esso consentirà a Vladimir Putin la fornitura di gas all'Europa aggirando l'Ucraina e, quindi, evitare il costo per il transito del gas. Come temono in Europa e negli USA, la perdita di queste entrate potrebbe seriamente indebolire l'economia ucraina.

"Si rafforzerà anche la Russia nella capacità di tagliare forniture di gas all'Europa per motivi politici" si afferma nell'articolo. 

Secondo Mitchell, la costruzione del gasdotto, che concentra il 75% di tutto il gas russo, destinato ai consumatori europei, "non è nell'interesse dell'Europa e non è nel nostro interesse". Come scrive il quotidiano, nella sua argomentazione, Mitchell si basa su risultati di una ricerca svedese, secondo la quale, negli ultimi 14 anni, la Russia ha ridotto le forniture di gas per motivi politici 55 volte.

Come indicato nell'articolo, gli USA speravano di interferire con questo progetto, attivando la voce corrispondente nell'ultimo pacchetto di sanzioni economiche contro la Russia, tuttavia, la Germania ha criticato queste misure, definendo il loro un tentativo di costringere i paesi dell'Europa all'acquisto di più di gas naturale degli USA.

Tuttavia Mitchell crede che la Germania possa cambiare opinione. Alla luce dei tentativi di Angela Merkel si può formare un governo di coalizione in Parlamento, gli USA intendono ricordare a tutti i partecipanti al processo politico delle "responsabilità, che la Germania deve sopportare per garantire la sicurezza energetica europea". E per fare questo, secondo il diplomatico americano, è necessario prima essere tra i potenziali membri della coalizione, prima che si divida.

Correlati:

Capo diplomazia russa commenta modifiche ad hoc della UE per Nord Stream-2
Svezia considera Nord Stream-2 pericoloso per sicurezza energetica UE
Le consegne del Nord stream-1 hanno superato le capacità previste
Tags:
Nord Stream-2, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik