21:03 17 Gennaio 2018
Roma+ 9°C
Mosca-7°C
    Bandiera britannica

    “Basta spaventare la gente”: l'Ambasciata russa a Londra risponde al Times

    © AP Photo/ Alexander Zemlianichenko
    Mondo
    URL abbreviato
    6191

    L'Ambasciata russa nel Regno Unito ha reagito con umorismo all'articolo del Times sulle navi russe che potrebbero danneggiare deliberatamente i cavi sottomarini di internet.

    "Beh, il Times va fino in fondo sulle sue convinzioni riguardo la Russia, che avrebbe uno strumento in grado di rompere i cavi… Non dimenticare i satelliti. Pensate in grande!" — si legge nel tweet pubblicato dai rappresentanti della missione diplomatica russa.

    ​In seguito hanno aggiunto una foto di uno squalo che addenta un cavo accompagnato dal commento: "basta spaventare la gente, il Natale è vicino."

    ​All'inizio di questa settimana il comandante dello Stato Maggiore britannico e il futuro numero uno del comitato militare della NATO Stuart Peach aveva dichiarato che la Russia può mettere a rischio la sicurezza dei cavi sottomarini che collegano l'Europa e gli Stati Uniti.

    Il portavoce dell'Ambasciata russa nel Regno Unito ha osservato che questo tipo di dichiarazioni possono solo causare rammarico.

    "Invece di discutere la sicurezza europea, un tema importante per tutti i Paesi europei, Gran Bretagna compresa, Londra continua a speculare su innumerevoli ed ipotetici scenari di conflitto".

    Correlati:

    Ambasciata a Londra risponde seccamente ad attacchi dei media contro la Russia
    Ambasciata russa a Londra ironizza su articolo Guardian dal titolo cosa fare con la Russia
    Ambasciata russa a Londra mostra panzana dei servizi segreti britannici
    Ambasciata russa in Regno Unito risponde a giornalista Times che critica i razzi Soyuz
    Ministro degli Esteri britannico ha paragonato la Russia a Sparta
    Tags:
    Russofobia, Difesa, Sicurezza, Ambasciata, The Times, NATO, Stuart Peach, Russia, Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik