23:31 15 Ottobre 2018
A bundle of three Soviet RSD-10 missiles prepared for demolition at the Kapustin Yar launch site. The missiles were destroyed in accordance with the INF Treaty.

NATO invita Russia a sostenere dialogo attivo con USA su Trattato INF

© Sputnik . Vladimir Rodionov
Mondo
URL abbreviato
306

La NATO invita la Russia ad un dialogo attivo con gli USA sulla questione del Trattato INF (Intermediate-Range Nuclear Forces Treaty), ha dichiarato il Consiglio dell’Alleanza.

"I membri dell'alleanza hanno rilevato un sistema missilistico russo che suscita molta preoccupazione. La NATO invita la Russia a fare attenzione a questa preoccupazione e ad agire in maniera consistente e trasparente, oltre che a prendere parte attiva al dialogo con gli Stati Uniti" si legge in un comunicato stampa sul sito web della NATO.

"Gli Stati Uniti agiscono in conformità ai propri obblighi ai sensi del Trattato INF e si impegnano a rispettarli rigorosamente" si legge nella dichiarazione.

I membri dell'alleanza accolgono con favore il proseguimento dei tentativi degli Stati Uniti di stabilire una cooperazione con la Russia in formati bilaterali e multilaterali, compresa la Commissione speciale di controllo, che si occupa della risoluzione di questioni preoccupanti sulla conformità della Russia al trattato INF.

I membri della NATO hanno un'opinione comune sul fatto che un efficace controllo degli armamenti rimane un elemento essenziale della stabilità strategica e della sicurezza collettiva. Pertanto, i membri dell'alleanza sono favorevoli al mantenimento del trattato INF, afferma la dichiarazione.

La Russia e gli Stati Uniti si sono ripetutamente accusate a vicenda di sviluppare e adoperare sistemi che violano il trattato. Gli Stati Uniti hanno offerto alla Russia un "ritorno all'osservanza" del trattato, la Russia ha respinto le accuse esortando a sua volta che gli Stati Uniti facciano lo stesso.

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato in una conferenza stampa annuale che gli Stati Uniti si sono effettivamente ritirati dal trattato sui missili a medio raggio e a corto raggio. Allo stesso tempo, ha ricordato che la Russia non si è ritirata dai trattati fondamentali che sono stati la pietra angolare della sicurezza internazionale, inclusi i trattati di difesa anti-balistica contro i missili, mentre gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente da essi.

Il trattato sull'eliminazione dei missili a raggio intermedio e a corto raggio firmato dall'URSS e dagli Stati Uniti proibisce alle parti di schierare missili balistici lanciati da terra e missili da crociera con una gittata dai 500 ai 5.500 chilometri.

Il Ministero degli esteri della Federazione Russa ha dichiarato che Mosca è seriamente preoccupata per l'uso da parte degli Stati Uniti di dati ingiustificati sul trattato come pretesto per una campagna sulle possibili misure di ritorsione contro la Russia. Il Ministro degli esteri russo, Sergey Lavrov, ha osservato che la leadership russa ha ripetutamente affermato il proprio impegno nei confronti degli obblighi INF e che "non ci sono state violazioni da parte nostra". Il Ministro ha anche sottolineato che Mosca "ha domande molto serie sugli Stati Uniti su alcune libertà nell'adempimento del trattato da parte degli stessi americani.

Correlati:

Media: Washington imporrà nuove sanzioni contro la Russia per violazione del Trattato INF
Mosca: risposta immediata per l'uscita di Washington dal trattato INF
Nucleare, Usa: Vorremmo rimanere nel trattato INF insieme alla Russia
Riduzione armi nucleari, Fomin: Russia e Usa lavorino nell'ambito del trattato New START
Pushkov: Trump dovrebbe pensare a detronizzare i democratici, e non allo START-3
Tags:
Non proliferazione, Non proliferazione, Trattato Inf, Trattato INF, NATO, Vladimir Putin, Sergej Lavrov, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik