02:41 24 Maggio 2018
Roma+ 20°C
Mosca+ 13°C
    Rhino

    Scienziati studiano rinoceronte in estinzione da un milione di anni

    © flickr.com / Kenzo Tribouillard
    Mondo
    URL abbreviato
    130

    Sull’isola di Sumatra esiste una specie di rinoceronte la quale popolazione ha iniziato a ridursi circa un milione di anni fa, riportano degli scienziati sul giornale Current Biology.

    "L'analisi del genoma mostra che il pleistocene fu un periodo molto difficile per questi rinoceronti sull'isola di Sumatra. Quando il livello dei mari si alzò e le attuali isole della Sonda vennero separate dalla terraferma asiatica, il numero di questi rinoceronti si è nettamente ridotto e non è mai stato recuperato" afferma Herman Mays dell'Università di Marshall a Huntington, negli Stati Uniti.

    L'isola di Sumatra, alcune parti dell'arcipelago Malese e delle isole del Borneo ospitano una razza inusuale di rinoceronte: il Dicerorhinus sumatrensis. La caratteristica distintiva di questo animale è che la loro pelle è ricoperta di un pelo folto, come i famosi rinoceronti lanosi dell'era glaciale.

    In passato, i rinoceronti di Sumatra abitavano l'intero territorio del sud-est asiatico, ma oggi il loro numero si è ridotto a circa duecento individui.

    Il motivo principale per il calo del loro numero, negli ultimi anni, secondo gli ambientalisti, è il bracconaggio, il corno di rinoceronte è uno degli ingredienti più costosi della medicina tradizionali cinesi, motivo per cui anche i divieti più severi non fermano i bracconieri. Un ulteriore problema è che questi rinoceronti difficilmente si riproducono in cattività, il che costringe gli scienziati a pensare persino alla loro clonazione.

    Mace e i suoi colleghi, decodificando e studiando il genoma del rinoceronte di Sumatra, hanno scoperto che questi animali hanno cominciato a estinguersi già da un milione di anni fa.

    Confrontando il DNA donato da un maschio morto nello zoo di Cincinnati con altri, i biologi hanno scoperto che quando il Dicerorhinus sumatrensis si è separato dal l'albero comune dell'evoluzione di questi ungulati, la riduzione della sua popolazione nel corso del tempo ha portato molte mutazioni nocive nei suoi geni. Queste osservazioni hanno mostrato che i rinoceronti di Sumatra sono una specie estremamente fragile. Il loro livello di diversità genetica è ad un minimo record negli animali selvatici: il numero di similarità nel loro DNA sono paragonabili a quelle dei cavalli purosangue e ad altri animali domestici, che gli allevatori fanno accoppiare volontariamente.

    La ragione di ciò è semplice: circa un milione di anni fa il numero di questi rinoceronti era relativamente alto, circa 60 mila individui. Circa 800.000 anni fa ci fu un cataclisma, che decimò la popolazione di 6 volte il suo numero iniziale, condannando il rinocerente all'estinzione.

    Questo si manifesta nel fatto che il loro numero è lentamente ma costantemente diminuito durante tutto questo tempo, fino al livello di circa 10 mila individui, all'inizio dell'ultima glaciazione che si è verificata tra i 35 e i 25 mila anni fa.

    La storia evolutiva del Dicerorhinus sumatrensis, secondo gli scienziati suggerisce che questi animali sono estremamente vulnerabili all'azione dei cambiamenti climatici, e che dovranno essere prese misure molto serie per conservare questa specie.

    Correlati:

    Ecologia, le piante più antiche del mondo rischiano l’estinzione
    ll nichel di Norilsk potrebbe aver innescato la più potente estinzione della Storia
    La Russia chiede clausola estinzione debito Ucraina nel programma di aiuti del FMI
    Ucraina: Poroshenko proroga la moratoria sull’estinzione del debito con la Russia
    Tags:
    Animali, animali, estinzione, Università, Indonesia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik