12:38 21 Maggio 2018
Roma+ 20°C
Mosca+ 18°C
    Bombardieri strategici Tupolev Tu-22M3 (foto d'archivio)

    Bombardieri russi rientrano in patria dopo la missione in Siria

    © Sputnik . Anton Denisov
    Mondo
    URL abbreviato
    5240

    I bombardieri strategici Tu-22M3, dopo aver colpito le posizioni dei terroristi dello "Stato Islamico" in Siria partendo da una base aerea dell'Ossezia del Nord, hanno fatto ritorno ai loro punti di dislocazione permanente, segnala il dipartimento informativo del ministero della Difesa.

    In precedenza un battaglione della polizia militare era rientrato a Makhachkala, la capitale del Daghestan.

    Putin nella base di Hmeymim in Siria
    © Sputnik . Mikhail Klimentyev
    Nella giornata di ieri il presidente russo Vladimir Putin si era recato in visita nella base russa ad Hmeymim, dove ha dato l'ordine di avviare il ritiro del grosso del contingente militare russo in Siria. Complessivamente lasceranno il territorio siriano per far ritorno in patria 23 aerei, 2 elicotteri, la polizia militare, il personale del centro di sminamento e di un ospedale. La base aerea di Hmeymim ed il centro logistico della Marina russa a Tartus continueranno ad operare su base permanente.

    Durante l'operazione contro i gruppi terroristici in Siria, le forze aeree russe hanno compiuto oltre 14mila missioni di volo, distruggendo circa 32mila islamisti, 394 carri armati ed oltre 12mila tra armi ed attrezzature militari.

    Intervenendo davanti ai militari, Putin ha rilevato che il contingente ha svolto brillantemente la sua missione, la Siria è stata preservata come Stato sovrano e indipendente e sono state create le condizioni per trovare una soluzione politica alla crisi sotto l'egida delle Nazioni Unite.

    Nella sua visita a Hmeymim Putin ha anche incontrato il capo di stato siriano Bashar Assad.

    Correlati:

    Putin, vero protagonista in Medio Oriente
    Siria, Putin: saranno due le basi militari permanenti
    Putin nella base di Hmeymim in Siria
    Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria
    Putin risponde a segretario di Stato USA sul futuro di Assad
    Tags:
    Terrorismo, Difesa, Sicurezza, raid della Russia in Siria, crisi in Siria, Daesh, Aviazione, Vladimir Putin, Siria, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik