20:47 18 Gennaio 2018
Roma+ 13°C
Mosca-5°C
    Bitcoin

    Analista finanziario dichiara quando esploderà la bolla dei bitcoin

    CC0 / Pixabay
    Mondo
    URL abbreviato
    6120

    Il bitcoin, la criptovaluta più popolare e preziosa del mondo, in realtà è una bolla, che prima o poi dovrà esplodere, ha detto a Sputnik International un analista finanziario della società Finam Leonid Delitsyn.

    Ha osservato che la vertiginosa crescita del valore del bitcoin è dovuta al fatto che la criptovaluta cerca di occupare un ruolo importante sul mercato, infatti non ha ancora veri concorrenti. L'aumento della domanda del bitcoin è dovuta al fatto che le persone continuano ad acquistare attivi visto il valore della valuta continua a crescere.

    Ha ricordato la cosiddetta bolla dot-com avvenuta alla fine degli anni '90 con le azioni delle compagnie di internet. I prezzi dei titoli a volte aumentavano di dieci volte in soli due mesi.

    Secondo l'analista la bolla dei bitcoin potrebbe crescere ancora di due o tre volte. "Scoppierà quando non ci saranno nuove iniezioni di denaro per alimentarla" ha spiegato.

    "Credo che quest'anno il bitcoin raggiungerà i 25.000 dollari e subito dopo collasserà del 30% o del 40% del suo valore, successivamente però raggiungerà un valore tra i 20.000 e i 22.000 dollari. È impossibile prevedere quello che accadrà dopo" ha detto Delizyn.

    Inoltre ha osservato che attualmente molte nuove criptovalute e altri strumenti finanziari sono in fase di sviluppo.

    "Non è chiaro che altro possa apparire sul mercato tra un anno. Secondo me il problema principale di bitcoin e della tecnologia blockchain è che devono dimostrare ancora la loro reale applicabilità" ha concluso.

    Alcuni paesi hanno già aperto i loro mercati alle criptovalute, strumenti finanziari basati sulla tecnologia blockchain. In Russia alla questione ci si approccia con molta attenzione. La Banca centrale ha ripetutamente affermato che sarebbe prematuro ammettere le criptovalute nel commercio e ha avvertito dei rischi elevati del loro uso.

    La Banca di Russia vede nelle criptovalute i segni di una piramide finanziaria, quindi non solo si oppone alle transazioni in criptovalute, ma anche contro il cambio di esse con valute estere.

    Correlati:

    Analisti valutano le prospettive del bitcoin dopo i nuovi record
    L'esperto ha spiegato perché il tasso di cambio del bitcoin è speculativo
    Nuovo record storico per i Bitcoin, superano quota 10.000 dollari
    Elon Musk potrebbe essere l’inventore dei bitcoin
    Tags:
    Finanze, Economia, Finanza, valuta, finanze, bitcoin, economia russa, Pagamenti in valute nazionali, banca, Banca Centrale Russa, Mondo, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik