13:54 22 Maggio 2018
Roma+ 23°C
Mosca+ 16°C
    La bandiera della Polonia

    Ministero esteri Polonia: Varsavia non ha bisogno di Kiev

    © AFP 2018 / BARTOSZ SIEDLIK
    Mondo
    URL abbreviato
    270

    La Polonia non ha bisogno dell’Ucraina e continuerà ad esistere indipendentemente da quello che accadrà a Kiev. Lo ha dichiarato il capo del gabinetto politico del Ministero degli esteri della Polonia Jan Parys ad una riunione presso il club di discussione Ronin, comunica RMF24.

    Il diplomatico ha risposto in questa maniera al presidente del Consiglio d'Europa Donald Tusk, il quale in precedenza ha dichiarato che "non c'è sicurezza per la Polonia, se sarà in conflitto con l'Ucraina".

    Secondo Parys, la Polonia esisterà indipendentemente da "qualsiasi cosa accada in Ucraina, sia nel meglio che nel peggio". Allo stesso tempo, ha sottolineato che le relazioni con l'Ucraina non sono "una condizione necessaria per l'esistenza di una Polonia libera".

    "Le autorità ucraine credono che Varsavia sia debole, isolata e che abbia bisogno dell'Ucraina. Non è vero che Polonia ha bisogno dell'Ucraina, Varsavia senza Kiev procede con successo" ha detto Parys.

    Dopo di ciò il diplomatico ha aggiunto che "un'Ucraina forte e indipendente" è "importante per la Polonia". Tuttavia, ha rimproverato a Kiev di aver falsificato la storia e perseguitato le minoranze.

    Nelle relazioni tra Varsavia e Kiev c'è stata recentemente tensione a causa di disaccordi su questioni storiche. Ad esempio in Polonia l'Organizzazione dei nazionalisti ucraini, l'Esercito insurrezionale ucraino e i suoi leader Stepan Bandera e Roman Shukhevych sono considerati molto negativamente perché ritenuti responsabili del massacro di Volyn. In Ucraina Bandera e Shukhevych sono glorificati come eroi nazionali e combattenti per l'indipendenza. I casi di profanazione dei monumenti polacchi in Ucraina e dei monumenti ucraini in Polonia sono frequenti.

    Inoltre, le autorità polacche avevano precedentemente affermato che gli ucraini con idee anti-polacche non sarebbero stati ammessi nel paese. Il segretario della commissione interdipartimentale statale dell'Ucraina, Svyatoslav Sheremet, è stato già inserito nella lista nera di Varsavia.

    Correlati:

    Gli ucraini stanno salvando l'economia della Polonia?
    Varsavia: la Polonia non ha fretta di entrare nell'eurozona
    Polonia: gioco dell'acchiapparella in campo di concentramento: arte o insulto a memoria?
    USA approvano vendita di armamenti alla Polonia per $500mln
    Tags:
    Politica, politica estera, politica, Politica europea, il ministero degli Esteri, Consiglio d'Europa, Yury Shukhevych, Stepan Bandera, Donald Tusk, Polonia, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik