04:28 16 Dicembre 2017
Roma+ 9°C
Mosca+ 2°C
    Incontro di Lavrov con Lega Araba

    Lega Araba: riunione di emergenza dei ministri degli Esteri per lo status di Gerusalemme

    © Sputnik. Mikhail Voskresenskiy
    Mondo
    URL abbreviato
    1292

    La lega degli Stati Arabi convoca una riunione di emergenza dei ministri degli Esteri per sabato prossimo in concomitanza con l'intento del presidente Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele.

    Lo ha riferito mercoledì l'agenzia egiziana MENA. "Nel corso della riunione saranno discussi ulteriori passi dei paesi arabi in relazione al presunto cambiamento della posizione americana sullo status legale e storico di Gerusalemme", si legge nel messaggio della rappresentanza permanente della Palestina all'organizzazione internazionale, riferisce l'agenzia.

    In precedenza il portavoce della Casa Bianca ha riferito che Donald Trump il 6 dicembre annuncerà il trasferimento dell'ambasciata USA in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme. Martedì scorso il consiglio della Lega Araba ha esortato gli USA e tutti gli stati del mondo a rispettare le risoluzioni delle Nazioni Unite, secondo cui Gerusalemme Est è parte integrante dei territori palestinesi occupati nel 1967. L'organizzazione araba ha ricordato che la risoluzione dell'ONU non consente il trasferimento delle missioni diplomatiche e delle ambasciate a Gerusalemme, né il riconoscimento della città come capitale di Israele.

    A questo proposito i paesi arabi hanno esortato gli USA a continuare a giocare un ruolo positivo e imparziale nel raggiungimento di una pace giusta e duratura in Medio Oriente. Allo stesso tempo, hanno sottolineato che il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele sarà considerato "un atto apertamente ostile verso la nazione araba, i diritti del popolo palestinese, di tutti i musulmani e i cristiani, minaccia la violazione del diritto internazionale, la convenzione di Ginevra, le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite". Secondo la Lega Araba, questo passo sarà non solo una minaccia per la pace e la sicurezza nella regione del Medio Oriente, ma mina anche tutte le possibilità di raggiungere la pace con la coesistenza di due stati. Israele ha annunciato che Gerusalemme "è una capitale unica  e indivisibile", che comprende la parte orientale della città e il centro storico, annessi mezzo secolo fa dalla Giordania. 

    Il mondo non riconosce questo status della città e la ritiene una chiave dei problemi del conflitto del Medio Oriente, che deve essere affrontato sulla base di un accordo con i palestinesi. Per questo tutte le ambasciate straniere si trovano a Tel Aviv. Il congresso USA nel 1995 ha adottato la legge sul trasferimento dell'ambasciata in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme. Ma a causa dello status della città e per il problema delle relazioni con il mondo arabo-musulmano, tutti i presidenti americani, tra cui Trump, ogni sei mesi firmano un documento per l'esecuzione della decisione.

    Correlati:

    Mogherini: primo vertice UE-Lega araba all’inizio del 2018
    Lega araba contro Hezbollah
    Lavrov: Russia e Lega Araba sostengono creazione di ampia coalizione vs terrorismo
    Tags:
    capitale, Lega Araba, Israele
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik