10:16 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Parco Olimpico a Pyeongchang

    New York Times: qualsiasi decisione del CIO sulla Russia non sarà buona per le Olimpiadi

    © Sputnik. Ramil Sitdikov
    Mondo
    URL abbreviato
    0 80

    Qualunque cosa decida il CIO in merito alla partecipazione della Russia alle Olimpiadi invernali in Corea del Sud, non ci sono buone opzioni, scrive il New York Times.

    L'assenza degli atleti russi per qualsiasi motivo arrecherà danni ancor più grandi ai Giochi Olimpici invernali, la cui reputazione è compromessa dalla corruzione e dagli scandali giudiziari. Inoltre le Olimpiadi senza gli atleti russi non legittimeranno a pieno l'evento di sport internazionale.

    Allo stato attuale qualsiasi decisione del CIO sarà insoddisfacente o problematica, ritiene l'autore dell'articolo.

    Una punizione troppo blanda genererà ulteriori proteste sulle reali intenzioni di lottare contro la pratica illecita del doping. Allo stesso tempo, constringendo gli atleti russi a gareggiare senza bandiera, si correrebbe il rischio di boicottaggio dei Giochi Olimpici da parte della Russia. Non è chiaro se Vladimir Putin accetterà di inviare una squadra senza bandiera in Corea del Sud, si sottolinea nell'articolo.

    L'assenza della Russia, indipendentemente dalle ragioni, si sentirà molto più forte durante le Olimpiadi invernali rispetto a quelle estive, è sicuro il giornalista del NYT. La Russia è tra i relativamente pochi Paesi che tengono molto alle Olimpiadi invernali e dove riscuote successi con regolarità. Senza la partecipazione degli atleti russi in pattinaggio artistico, sci ed hockey, le Olimpiadi potrebbero trasformarsi in una gara con interpreti di secondo piano.

    Come affermato da uno dei principali pattinatori artistici russi Sergey Voronov, senza la Russia, le Olimpiadi non saranno un grande evento.

    L'influente Kontinental Hockey League, con sede a Mosca, minaccia di ritirare tutti i suoi giocatori, non solo i russi, dalla competizione olimpica se la Russia sarà esclusa. Questa decisione indebolirebbe le grandi forze di questo sport come Stati Uniti e Canada. La Federazione Internazionale di Hockey su ghiaccio ha chiesto di accettare "tutti gli atleti russi puliti" ai Giochi Olimpici ed ha sottolineato che una punizione troppo dura rappresenta un rischio per l'hockey in generale.

    Recentemente gli studi sull'antidoping si sono sviluppati attivamente e sono diventati più affidabili, ma c'è un intero gruppo di persone che non vuole che le nuove tecnologie funzionino. Anche se la Russia non verrà ammessa alle Olimpiadi invernali, difficilmente dissuaderà gli atleti di altri Paesi dall'utilizzo di sostanze dopanti.

    Correlati:

    Il No-Russia alle Olimpiadi costerà al CIO miliardi di dollari
    Se il CIO vieterà l'inno la Russia non andrà a Pyeongchang 2018
    CIO in soccorso della Corea del Nord per le Olimpiadi invernali del 2018
    Il CIO esclude l'ammissione della Russia a Pyeongchang 2018 in cambio di una multa
    Tags:
    Sport, doping, Olimpiadi 2018, CIO, New York Times, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik