04:55 22 Settembre 2018
Tripoli, Libia

Libia: chi controlla il mercato degli schiavi?

© AFP 2018 / MAHMUD TURKIA
Mondo
URL abbreviato
220

In Libia ogni giorno ha maggiore risonanza lo scandalo provocato dalla vendita dei migranti economici africani come schiavi. Il commercio degli schiavi avviene in mercati nei pressi di Tripoli. Dopo che i media hanno pubblicato un documentario su tali avvenimenti è stato reso noto il costo di uno schiavo: poche centinaia di dollari.

Il capo dell'osservatorio per i diritti dell'uomo in Siria, Naser al Hawari, ha detto a Sputnik che il tema del neo-schiavismo in Libia è noto già da tempo, tuttavia ora la CNN è riuscita a riprendere uno dei lager dei rifugiati dall'interno. I giornalisti dicono di aver contattato il governo libico alcuni mesi fa per ottenere l'accesso a questi campi. Tuttavia, il governo non ha fatto una dichiarazione ufficiale in merito. Sì, recentemente hanno chiesto un'indagine, ma l'hanno fatto in ritardo".

Ha notato che "alcuni trafficanti di esseri umani in Libia sono controllati in parallelo da fazioni responsabili della sicurezza nella capitale libica di Tripoli. Queste sono formazioni ben armate che si sentono molto sicure in Libia".

Ha invitato il governo ad adottare misure per fermare questa pratica e non limitarsi alle dichiarazioni. Allo stesso tempo ha espresso il dubbio che "il governo di unità nazionale prenderà dei provvedimenti per contrastare questi gruppi ed espellerli da Tripoli. Non ha la possibilità di costringerli a deporre le armi e lasciare la città. Solo l'esercito libico, l'unica forza legittima nel territorio della Libia, può eseguire questa operazione. Tuttavia, le relazioni tra i governi orientale e occidentale sono tese".

Correlati:

Traffico di schiavi in Libia: africani assediano ambasciate libiche
"J'accuse" dell'ONU alla superficialità UE e Italia nella gestione migratoria con la Libia
Libia, Dengov: per la Russia non ha senso revocare l'embargo sulle armi
Tags:
Diritti Umani, Diritti umani, Schiavitù, Violazioni dei diritti umani, Ativisti dei diritti umani, Consiglio dei diritti dell'uomo, Sputnik, CNN, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik