06:54 27 Aprile 2018
Roma+ 11°C
Mosca+ 5°C
    Frank-Walter Steinmeier

    Paesi Baltici decidono di andare in guerra contro Daesh

    © AFP 2018 / Ilmars ZNOTINS
    Mondo
    URL abbreviato
    14028

    Lituania, Lettonia ed Estonia hanno iniziato dei negoziati per partecipare alle operazioni internazionali contro il gruppo terroristico Daesh. Lo comunica russ.err.ee citando il comandante delle forze armate lituane Jonas Vitautas Jukauskas.

    Jukauskas ha detto che i paesi hanno deciso di rifiutare la formazione di uno squadrone comune per le operazioni speciali. Adesso vogliono valutare altri tipi di cooperazione. Con questo il comandante ha sottolineato che in una maniera o nell'altra ci sarà una divisione generale".

    Le forze armate dei tre paesi dovrebbero iniziare le loro attività in Iraq ad inizio 2018.

    In primavera, il Ministro degli esteri della Lituania Linas Linkevičius ha affermato che il paese potrebbe raddoppiare il suo contributo alla lotta contro Daesh. Secondo lui, "alcuni paesi della coalizione sono particolarmente ricchi, forti, hanno il loro potenziale, quindi possono eguagliare tutti" la Lituania non può. Allo stesso tempo, ha sottolineato che la Lituania sta già aiutando la coalizione inviando istruttori in Iraq. È stato riferito che sei istruttori militari lituani stanno addestrando l'esercito iracheno.

    Correlati:

    Forze armate siriane distruggono le ultime posizioni del Daesh nei pressi di Deir ez-Zor
    USA evacuano capi Daesh prima di conquista di Mayadin
    Spiegel: la comunità russa nei Paesi Baltici vive in una condizione di apartheid
    Media: la Russia può invadere i Paesi Baltici in 60 ore
    Tags:
    guerra, Terrorismo, Guerra, guerra civile, Guerra, Guerra al Daesh, Guerra, terrorismo, Daesh, Coalizione internazionale anti-Daesh, Coalizione anti-Daesh, Mar Baltico, Paesi Baltici
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik