23:02 24 Febbraio 2018
Roma+ 10°C
Mosca-11°C
    Il presidente russo Vladimir Putin alla sessione conclusiva del Valdai Club.

    Putin, mediatore per la liberazione dei prigionieri in Donbass

    © Sputnik. Grigoriy Sisoev
    Mondo
    URL abbreviato
    250

    Partecipare alle trattative per lo scambio di prigionieri del conflitto militare nel Donbass: con questa richiesta si è rivolto al presidente russo il rappresentante speciale di Kiev, Viktor Medvedchuk.

    Il leader russo ha incontrato Viktor Medvedchuk al monastero di Istra. Secondo Medvedchuk, l'Ucraina è pronta a rilasciare più di trecento prigionieri e aspetta che i separatisti rilascino più di 70 persone.

    Viktor Medvedchuk è l'incaricato speciale del governo di Kiev per le questioni umanitarie: "oggi l'Ucraina è pronta a rilasciare 306 persone, conta sulla liberazione di 74 persone. Penso che possa accadere per Natale e Capodanno. Se possibile, vi rivolgo questa richiesta".

    Vladimir Putin ha risposto: "farò tutto quello che posso, parlerò con la dirigenza di Donetsk e Lugansk, spero che la vostra richiesta si realizzi". Dopo questo incontro Putin per la prima volta ha parlato al telefono con i leader del Donbass, Zakharchenko e Plotnitskiy.

    Viktor Medvedchuk è stato nominato incaricato speciale dell'Ucraina per le questioni umanitarie tre anni fa. Un nuovo scambio prigionieri avverrà alla fine di novembre.

     

    Correlati:

    Donbass: un appello per salvare Matvej
    Donbass, inviato UE: Bene proposta russa invio peacekeepers
    Donbass, da Mosca accuse contro gli USA: tentativi di rompere gli accordi di Minsk
    Tags:
    Prigione, Vladimir Putin, Donbass
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik