00:57 25 Febbraio 2018
Roma+ 9°C
Mosca-14°C
    Esercitazioni con utilizzo di armi chimiche

    Consiglio di sicurezza ONU respinto il progetto di risoluzione russo in Siria

    © AFP 2018/ KHALIL MAZRAAWI
    Mondo
    URL abbreviato
    8332

    Il progetto di risoluzione russo per il mandato della missione OPAC sulle indagini per gli attacchi con armi chimiche in Siria, non ha ottenuto il numero di voti necessario presso il Consiglio di sicurezza ONU, ha comunicato il corrispondente di RIA Novosti.

    A favore del documento si sono espressi due membri permanenti del Consiglio di sicurezza, Russia e Cina, e in aggiunta Bolivia e Kazakistan. Si sono opposti invece USA, Gran Bretagna, Francia, Svezia, Ucraina, Italia e Uruguay. Altri quattro membri del Consiglio di sicurezza, Etiopia, Giappone, Egitto e Senegal si sono astenuti.

    La Russia giovedì ha bloccato il progetto americano per la proroga del mandato dell'OPAC in Siria. Il documento è stato sostenuto da 11 paesi e ad esso si è anche opposta la Bolivia. Cina ed Egitto si sono astenuti dal voto.

    Il rappresentante permanente presso l'ONU, Nikki Haley dopo questo ha dichiarato che Mosca ha ucciso la missione ONU-OPAC in Siria. Il rappresentante permanente russo Vasily Nebenzia, a sua volta, ha osservato che Washington ha messo alle votazioni tale documento per mettere in discussione il ruolo di Mosca nell'insediamento politico in Siria. Ha detto che si aspettava dei trucchi con il fine di presentare la Russia come responsabile della fine della missione.

    Allo stesso tempo, Nebenzia non ha escluso la possibilità di estensione del mandato della missione, questo quando saranno stati concordati i parametri del suo ulteriore lavoro.

    A ottobre, la missione ha presentato al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite un rapporto sugli incidenti a Khan Sheikhun il 4 aprile 2017 e Umm Hosh del 15-16 settembre 2016. Gli esperti hanno concluso che nel primo caso il governo della Siria "è responsabile per l'uso di sarin", e nel secondo i terroristi hanno usato il gas di zolfo mostarda.

    A Damasco, hanno ufficialmente rifiutato le conclusioni esposte nel documento, e anche il Ministero degli esteri russo ha criticato il rapporto.

    Correlati:

    Questione uso armi chimiche in Siria divide Consiglio di sicurezza ONU
    Siria, Deir ez-Zor: trovata autobomba con armi chimiche
    Dicastero diplomatico russo vede rischio di utilizzo armi chimiche oltre il Medio Oriente
    Tags:
    Armi, Crisi in Siria, Armi chimiche, Siria, Onu, Rapporto dell'ONU, Incontri all'ONU, Indagine sulle armi chimiche in Siria, Risoluzione ONU, Uso armi chimiche in Siria, Consiglio di Sicurezza ONU, Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche - OPAC, ONU, Vasily Nebenzya, Nikki Haley, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik