Widgets Magazine
10:35 24 Settembre 2019
Bandiera Unione Europea

Ucraina, Georgia e Moldavia: l'UE ha designato le aree del "Partenariato orientale plus"

CC BY-SA 2.0 / MPD01605 / EU Flagga
Mondo
URL abbreviato
323
Seguici su

Il nuovo progetto dell'Unione Europea, finalizzato al sostegno di Ucraina, Moldavia e Georgia è, prima di tutto, solo una dichiarazione di sostegno, in Europa non ci sono soldi "in più" per progetti del genere, dice il direttore dell'Istituto moderno statale per lo sviluppo Dmitry Solonnikov.

L'Unione Europea si occuperà della realizzazione del progetto "Partenariato orientale plus", il cui compito è aiutare Ucraina, Moldavia e Georgia. Oggi i deputati del Parlamento Europeo hanno votato per il vertice del Partenariato orientale e per la creazione di un modello di "Partenariato orientale plus" per questi paesi. Ucraina, Moldavia e Georgia sono paesi che hanno un accordo di associazione con l'UE, e, in prospettiva, saranno in grado di aderire all'Unione doganale dell'UE, all'Unione energetica europea e Schengen.

Ora si propone di istituire un fondo fiduciario, che si occuperà di investimenti sociali ed economici per le infrastrutture di questi paesi. Inoltre, viene dichiarata "l'unità di azione tra gli stati membri dell'UE per mantenere una pressione collettiva sulla Russia", di cui separatamente viene menzionata la partecipazione in Bielorussia alle esercitazioni "Ovest-2017", ritenute inaccettabili.

Precetti politici

L'Unione Europea ha abbastanza problemi economici di suo per gestire l'economia di altri paesi, ha detto Dmitry Solonnikov. 

"La crisi del sud dell'Europa non va da nessuna parte, ci sono problemi in Grecia, Italia, Spagna. Quindi, è impossibile dire che l'Europa riesca a gestire le sue difficoltà e in più sia in grado di affrontare i problemi degli altri, inoltre si suppone che l'Unione Europea non abbia soldi da stanziare per questi obiettivi" ha detto l'esperto.

D'altra parte, ha sottolineato ancora, dichiarazioni positive e incoraggianti possono portare gli investitori a migliorare, in generale, l'atteggiamento verso questi paesi. In economia anche il supporto informativo, far credere che questo supporto avverrà e dargli visibilità di successo, è un'occasione per attrarre investimenti, dice l'esperto.

"Anche se, naturalmente, tutti questi progetti economici fanno parte di un programma politico, perché se in questi paesi avverranno dei cambiamenti, saranno, prima di tutto, politici, e se saranno avversi all'Europa, l'atteggiamento verso questi paesi, cambierà immediatamente. Di conseguenza, si tratta di un sostegno al corso politico in Ucraina, Georgia e Moldavia" ha detto l'esperto.

Territori sotto controllo

Naturalmente, questo è un confronto con la Russia, un confronto politico sul continente eurasiatico, il tentativo di costruire una zona di influenza, ma questa zona di influenza per l'Europa, non più è tra le più significative.

"L'Europa tenterà di creare un proprio territorio, ciò che avviene all'interno di questo territorio — il caos e i flussi di migranti — non importa. Della manodopera a basso costo la principale beneficiaria è l'integrazione europea, è questo lo scenario che attende questi paesi" ha detto l'esperto. Delle esercitazioni russe in Bielorussia, a Minsk, ha concluso l'esperto, il Parlamento Europeo "sapeva che ci sarebbero state".

Correlati:

Das Erste: Bruxelles pone le basi per un Unione Europea di difesa
Chizhov elogia l'atteggiamento dell'Unione Europea per l'integrazione euroasiatica
Grecia e Bulgaria sono pronte a fare da "ponte" tra l'Unione Europea e la Russia
Tags:
integrazione, controllo finanziario, Unione Europea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik