23:22 23 Novembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca-4°C
    Rosoboronexport

    Rostech: non abbiamo paura delle sanzioni statunitensi

    © Sputnik. Alexei Kudenko
    Mondo
    URL abbreviato
    231912

    Le sanzioni USA colpiscono non Rostech e Rosoboroneksport, ma persone terze, ha detto ai giornalisti il dirigente dell'azienda Sergey Chemezov, al salone aerospaziale di Dubai, l'Airshow 2017.

    "In generale le sanzioni sono state annunciate già da tempo, ma ora colpiscono non Rostech e Rosoboroneksport, ma terzi. Firmiamo i contratti sulla base di accordi intergovernativi, questo significa che gli USA devono dichiarare le sanzioni contro tutti gli stati con cui lavoriamo. Questo, forse, non è del tutto realistico, perché lavoriamo non con le aziende, ma con gli stati. Firmiamo i contratti con i ministeri della Difesa. Mi chiedo come faranno a introdurre sanzioni contro tutti: India, Cina, Emirati Arabi Uniti. Non capisco come questo possa accadere", ha detto Chemezov.

    Secondo lui, le ultime imposizioni delle sanzioni sono un esempio di concorrenza sleale. "Siamo entrati nel WTO, e qual'è il risultato? E' stato creato al fine di creare condizioni di parità per il commercio di tutti i partecipanti al mercato. Ma c'è parità di condizioni, quando un paese detta le sue condizioni a tutti, sulla base dei suoi interessi?" ha detto il dirigente.

    Il presidente Donald Trump il due agosto ha firmato il disegno di legge "per la lotta contro i nemici dell'America attraverso le sanzioni", contro la Russia, l'Iran e la Corea del Nord. Il documento, in particolare, prevedeva che entro il primo ottobre l'amministrazione USA avrebbe dovuto fornire un elenco di persone e organizzazioni, della difesa e dell'intelligence, contro cui possono essere introdotte sanzioni.

    Questo elenco in Russia è stato redatto il 26 ottobre, quando il segretario di stato USA Rex Tillerson ha notificato al Congresso l'elenco di aziende e dei servizi segreti russi, alcuni dei quali erano già sotto sanzioni. D'accordo con la "guida per l'applicazione delle sanzioni" del Dipartimento di Stato, entro il limite di legge di180 giorni, — cioè entro la fine di gennaio 2018 —, l'amministrazione americana avrà la possibilità di applicare sanzioni extraterritoriali nei confronti di persone fisiche, giuridiche e paesi terzi che collaborano con organizzazioni russe incluse nell'elenco. L'elenco comprende organizzazioni come l'FSB, l'SVR, la GRU. Nell'elenco ci sono anche 33 imprese tra cui la Rosoboronexport, la Izhmash, la Kalashnikov, la Rostech, la Mig, la Suchoj, la Tupolev.

    Correlati:

    Razzo russo spaventa abitanti di Dubai (VIDEO)
    Dubai: avviata centrale a energia solare più grande del mondo
    Dubai: la copia di Venezia costa 680 milioni di dollari
    Tags:
    sanzioni, Rostec
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik