15:32 17 Ottobre 2018
Mappa del Medio Oriente

Genetisti parlano del rapporto tra migranti e popolazioni europee del Neolitico

© Foto : Pixabay
Mondo
URL abbreviato
0 02

I coloni provenienti dal Medio Oriente, che hanno portato in Europa l'agricoltura, si sono mescolati con i cacciatori locali nel corso di diverse generazioni, hanno chiarito i genetisti di Harvard in collaborazione con i ricercatori di Ungheria, Germania e Spagna.

Viene indicato dall'accumulo graduale di segni caratteristici degli antichi europei nei genomi dei coltivatori di origine mediorientale che vivono nei territori di questi Paesi europei tra 6-2mila anni fa. Inizialmente si credeva che i contatti tra le popolazioni fossero un evento raro. La ricerca è pubblicata nella rivista Nature.

Secondo le convinzioni moderne, il passaggio dalla raccolta alla produzione (rivoluzione neolitica) in Europa è stata facilitata dalla migrazione di popoli provenienti dall'Anatolia (Turchia moderna).

Questa regione era uno dei centri di sviluppo agricolo. La popolazione locale d'Europa a quel tempo era rappresentata da comunità di cacciatori e raccoglitori.

Anche se gli europei moderni sono geneticamente più vicini ai contadini anatolici, la parte del DNA dei cacciatori antichi è presente anche nei genomi moderni. Pertanto i migranti si sono mescolati con la popolazione locale, ma la questione se si trattava di eventi temporanei o di un processo continuo rimane aperta. Alcune ricerche dimostrano che gli immigrati provenienti dal Medio Oriente hanno attraversato parte del territorio europeo, mescolandosi poco con la popolazione locale. Tuttavia vi sono prove che in alcuni luoghi i migranti agricoli ed i cacciatori locali vivevano in stretto contatto tra di loro.

Tags:
Storia, Immigrazione, Società, dna, Medio Oriente, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik