07:49 23 Febbraio 2018
Roma+ 8°C
Mosca-18°C
    Cremlino

    Cremlino commenta il nuovo scandalo offshore “Paradise Papers”

    © Sputnik. Natalia Seliverstova
    Mondo
    URL abbreviato
    330

    Il Cremlino è al corrente dei materiali sul nuovo scandalo offshore, compresi i legami del segretario al Commercio statunitense Wilbur Ross con la società russa Sibur, ma non conosce i dettagli, ha detto ai giornalisti l'addetto stampa del presidente russo Dmitry Peskov.

    "Sapete, non è una società pubblica, ma è un'azienda privata; pertanto in questo caso abbiamo visto le notizie circolate nei media, ma non conosciamo alcun dettaglio", ha detto Peskov.

    Il consorzio Internazionale per il giornalismo investigativo (ICIJ), finanziato in particolare da uno dei fondi di George Soros, e diversi media internazionali hanno pubblicato documenti, circa 13,4 milioni di materiali che coprono mezzo secolo di attività delle compagnie offshore presumibilmente registrate nello studio legale Appleby alle Bermuda. Questi materiali, noti come Paradise Papers, coinvolgono 120 politici, tra cui il premier del Canada, membri dell'amministrazione di Donald Trump, la corte della regina Elisabetta II, così come Apple e Uber.

    In particolare tra le società russe figurano VTB, Sibur e "Gazprom", così come l'imprenditore Yury Milner: la Sibur avrebbe collaborato con l'azienda di trasporto del segretario al Commercio americano Ross, mentre VTB e Gazprom avrebbero preso parte al finanziamento delle operazioni di Milner per rilevare azioni di Facebook e Twitter.

    Correlati:

    Scandalo offshore mette ombra su Elisabetta II
    Panama Papers, Cameron: Avevo quote in società offshore
    Panama Papers: quando il pesce puzza dalla testa
    Panama Papers: la guerra ibrida prende una piega inaspettata
    Tags:
    Economia, Finanze, Scandalo, Paradise Papers, Casa Bianca, Cremlino, Dmitry Peskov, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik