Widgets Magazine
00:13 16 Ottobre 2019
Bandiera della Macedonia

Presidente della Macedonia: l’UE ha lasciato la porta dei Balcani aperta a Russia e Cina

© REUTERS / Marko Djurica
Mondo
URL abbreviato
7156
Seguici su

Visto che l’Europa non mantiene la sua promessa di far diventare i Balcani una parte dell’UE, Russia e Cina vogliono approfittarsene. Lo ha dichiarato il presidente della Macedonia Gjorge Ivanov in un’intervista Daily Telegraph.

"Fino a poco fa non vedevamo nessun investimento russo in Macedonia. Però visto che l'Europa non mantiene le sue promesse di far diventare i Balcani una parte dell'Unione Europea questo è come un'appello da parte dell'UE di venire e prendersi questo posto", ha sottolineato Ivanov.

Il presidente della Maedonia ha raccontato che l'Europa ancora non ha mandato gli investimenti per la creazione del corridoio che colleghi il Mar Nero e l'Adriatico. Invece Bruxelles si è concentrata sul corridoio che collega la Grecia con la Serbia.

"Ci siamo ritrovati nella situazione di dover usare i soldi cinesi per costruire un corridoio europeo attraverso il territorio della Macedonia. È paradossale", ha aggiunto Ivanov.

La crescita dell'influenza di Russia, Cina e Turchia nei Balcani occidentali preoccupa seriamente l'Europa. A giugno questo tema è stato trattato durante il summit dei leader europei. Allora i funzionari britannici hanno notato che l'intervento russo negli affari della Macedonia può impedire la virata del paese verso "il settore euroatlantico".

La Macedonia cerca da tanto tempo di entrare nell'UE e la NATO, ma finora la Grecia ha bloccato le trattative per la remota disputa sul diritto dell'ex-repubblica jugoslava di usare lo stesso nome di una delle regioni greche. Secondo Ivanov, per colpa della Grecia la Macedonia si trova "in un limbo geopolitico".

Correlati:

Militari di Ucraina, Kosovo e Macedonia ad esercitazioni NATO in Germania
NATO punta all'ingresso della Macedonia nel 2018
L’OCCRP accusa la Russia di interferenza negli affari interni della Macedonia
Tags:
influenza, Investimenti, Macedonia, UE, Cina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik