Widgets Magazine
16:42 21 Ottobre 2019
Sostanze chimiche trovate in una fabbrica di armi degli islamisti ad Aleppo (foto d'archivio)

Dicastero diplomatico russo vede rischio di utilizzo armi chimiche oltre il Medio Oriente

© Sputnik . Nour Molhem
Mondo
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Mosca vede rischi elevati per l'uso di armi chimiche da parte dei terroristi al di fuori dei territori di Iraq e Siria, ha dichiarato Mikhail Ulyanov, direttore del dipartimento per la non proliferazione e il controllo delle armi del ministero degli Esteri russo.

"Secondo le nostre valutazioni, c'è un rischio molto elevato che gli attacchi chimici si registrino al di là dei confini della Siria e dell'Iraq fino tutta la regione del Medio Oriente e anche al di là", ha dichiarato il diplomatico alle agenzie di stampa russe.

Secondo Ulyanov, simili incidenti possono iniziare in Afghanistan, in Russia e in Europa occidentale.

"Perché i terroristi hanno acquisito le conoscenze necessarie per la produzione di armi chimiche, a volte persino capacità industriali", ha osservato Ulyanov.

In precedenza Ulyanov aveva definito "superficiale e non professionale" il rapporto delle Nazioni Unite e dell'OPCW (Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche — ndr) sugli attacchi chimici in Siria.

Correlati:

Agenzia siriana: Al-Nusra possiede armi chimiche
Siria, Mosca: Washington ammette che terroristi usano armi chimiche
In Russia distrutte le ultime scorte di armi chimiche, ma non a Washington
Russia: Damasco rispetta l’obbligo dell’eliminazione delle armi chimiche
Siria: distrutti ultimi due siti per la produzione di armi chimiche
Russia chiede indagini su forniture di armi chimiche occidentali in Siria
Tags:
Occidente, Terrorismo, Armi chimiche, Il Ministero degli Esteri della Russia, Daesh, Mikhail Ulyanov, Medio Oriente, Europa, Iraq, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik