04:38 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Vladimir Shamanov

    Shamanov: il conflitto militare sul confine occidentale della Russia è improbabile

    © Sputnik. Sergei Pyatakov
    Mondo
    URL abbreviato
    8111

    Il capo del comitato di difesa della Duma di Stato, Vladimir Shamanov, ritiene improbabile il conflitto militare sul confine occidentale della Russia, ma riconosce la tendenza negativa nello sviluppo della situazione.

    Venerdì il Ministro della difesa Sergey Shoygu ha dichiarato che la situazione militare e politica vicino al confine occidentale della Russia sta peggiorando a causa del dispiegamento di battaglioni della NATO nel Baltico e in Polonia. Secondo lui negli ultimi tre mesi sono stati tenuti oltre 30 esercitazioni NATO in Europa orientale e nei Paesi baltici.

    "Al momento tale conflitto militare è improbabile, ma la tendenza non è buona. Tali minacce di guerra non porteranno a nulla di buono se non verranno fermate in tempo" ha detto Shamanov, riporta RIA Novosti.

    Secondo lui, la NATO, aumentando l'isteria informazioni durante gli ultimi preparativi per la manovre russo-bielorusse Zapad-2017, "ha ottenuto un ottimo rinforzo… la divisione americana di stanza in Germania aveva una sola brigata in rotazione in Polonia, e durante le esercitazioni è stata inviata una seconda brigata, mentre quella già presente non è stata ritirata".

    In parallelo, viene condotta una "propaganda intensiva dei governanti per creare nuove strutture militari insieme ad un aumento del budget militare" ha detto il generale.

    "Il tutto suggerisce che v'è una sistematica istigazione alla tensione ai nostri confini occidentali ed essa non può certo essere ignorata dalla leadership politica e militare del paese" ha dichiarato il capo del comitato.

    Shamanov ha espresso l'opinione che i paesi europei della NATO dovrebbero affrontare i loro problemi interni: l'autonomia della Catalogna e le altre questioni in sospeso, piuttosto che "reagire" all'immaginaria minaccia russa.

    Le esercitazioni strategiche congiunte Zapad-2017 si sono svolte dal 14 settembre al 20 settembre sotto la guida dei capi dello Stato Maggiore della Russia e della Bielorussia.  Hanno partecipato circa 12700 soldati alle esercitazioni in Bielorussia, così come nelle regioni di Kaliningrad, Leningrado e Pskov della Russia.

    Correlati:

    La priorità della NATO
    Un deterrente contro la Russia: come la NATO sviluppa logistica e infrastrutture in Europa
    La NATO ha ricordato alla Turchia le conseguenze dell'acquisizione degli S-400
    Politico estone: la NATO in Estonia è solo una costosa illusione di sicurezza
    Tags:
    Espansione NATO, Presenza militare NATO, Presenza NATO nell'area post-sovietica, Il Ministero della Difesa, Vladimir Shamanov, Sergey Shoygu, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik