04:31 25 Novembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca-5°C
    Weapons and ammunition depot of insurgents, in Mosul, Iraq

    Trovati ultimi armamenti NATO in deposito Daesh in Siria

    © Sputnik. Sarah Nour Al-Deen
    Mondo
    URL abbreviato
    162426391

    In un deposito di armi dei terroristi dello Stato Islamico a Mayadin sono stati trovati vari esemplari di moderni armamenti della NATO, ha annunciato il generale dell’esercito siriano Hassan Suhail.

    I militari siriani con l'aiuto dell'aviazione russa hanno catturato un imponente arsenale dei terroristi.

    "Avremo bisogno di almeno sei giorni per portare via tutti questi trofei lasciati dai guerriglieri dopo la loro fuga. Qui ci sono molti armi e vari sistemi di comunicazione di produzione straniera" ha detto Suhail. Mayadin era un centro logistico con un sistema ben organizzato di magazzini e officine. Dopo la liberazione sono stati trovate varie armi da fuoco, armi anticarro, pezzi d'artiglieria, munizioni, mine artigianali e persino mezzi blindati da trasporto sottratti all'esercito iracheno.

    I militari hanno mostrato ai giornalisti sistemi di controllo satellitare, apparecchiature radar, dispositivi medici e laboratori per la produzione di droni con decine di esemplari pronti. I militanti gli usavano per ricognizione e bombardamenti di precisione.

    In un deposito di armi dei terroristi dello Stato Islamico a Mayadin sono stati trovati vari esemplari di moderni armamenti della NATO
    © Sputnik. Vitaly Podvitsky
    Una buona parte dell'arsenale dei guerriglieri consiste di armamenti utilizzati dai paesi NATO. In particolare sono stati trovati obici da 155mm di produzione britannica del 2011.

    Abbiamo catturato recenti modelli di armamenti USA, belgi e britannici, in servizio presso i paesi NATO" ha sottolineato Suhein.

    Mayadin si trova a 40km dal centro amministrativo della provincia di Deir-ez-Zor, su una strada principale che unisce Aleppo con la città di Abu-Kemal al confine con l'Iraq. Fino ad oggi Mayadin è stata una delle fortezze dei terroristi nell'est della Siria e veniva chiamata la capitale dello Stato Islamico.

    Correlati:

    Gli USA distorcono la posizione della Russia su estensione mandato OPAC in Siria
    La battaglia decisiva per la Siria
    “USA vogliono far diventare Raqqa la capitale della Siria non controllata da Assad”
    Tags:
    Armi, munizioni, Armi, Armi, Daesh, Esercito della Siria, NATO, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik