19:14 22 Giugno 2018
Medicina

L'uomo continua a rendersi conto di cosa succede intorno a lui dopo la morte

© Sputnik . Varvara Gertye
Mondo
URL abbreviato
2262

Un gruppo di scienziati americani ha scoperto che il lavoro della corteccia cerebrale umana non si ferma automaticamente dopo la morte del corpo, scrive Live Science.

Secondo il capo della ricerca Sam Parny, i medici nella maggior parte dei casi accertano la morte del paziente appena si ferma il cuore. Il sangue smette di fluire nel cervello e, quindi, cessa di funzionare "quasi immediatamente".

Gli scienziati affermano che nella cosiddetta prima fase della morte una persona può rimanere cosciente. Ne sono un esempio i casi in cui, dopo un arresto cardiaco il paziente viene rianimato e può descrivere ciò che è accaduto intorno a lui. 

 

Correlati:

Rosatom prepara una società di medicina nucleare da presentare sui mercati mondiali
Gli scienziati russi hanno creato una medicina universale contro l'influenza
Altro che medicina, il test d'ingresso alla scuola piloti russa
Tags:
Medicina, medici, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik