08:27 25 Novembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca-6°C
    La bandiera della Cina

    La Cina vuole diventare leader nel mercato globale dei servizi nucleari

    © REUTERS/ Kim Kyung-Hoon
    Mondo
    URL abbreviato
    344922

    Le tecnologie indipendenti e innovative, insieme agli alti standard di sicurezza garantiscono il successo della Cina nel mercato della costruzione delle stazioni nucleari. Lo riporta il quotidiano cinese Global Times.

    Negli ultimi 5 anni l'energia nucleare cinese è arrivata al top mondiale, sostiene Han Xiaoping, analista principale del sito sull'energia china5e.com. L'esperta ipotizza che le tecnologie dei reattori cinese di terza generazione possono diventare il futuro dell'energia nucleare globale.

    Il direttore del Centro cinese per gli studi di economia e energia dell'Università di Xiamen, Lin Boqiang, ha raccontato a Global Times che nel periodo 2012-2017 più del 90% dei nuovi progetti nel settore nucleare sono localizzati in Cina.

    In questo periodo la Cina ha fatto il suo ingresso anche nel mercato globale dei servizi nucleari. La settimana scorsa, con l'uso delle tecnologie cinesi della terza generazione, è stata installata una cupola protettiva alla centrale di Karachi. È già il secondo progetto cinese in Pakistan.

    I reattori cinesi potrebbero essere installati anche in due centrali in Gran Bretagna: a Sizewell, nel Suffolk, e a Bradwell, nell'Essex.

    Il primo successo della Cina in Europa è stato il progetto di costruzione della stazione nucleare Hinkley Point C, nel Somerset. La China General Nuclear Power Corporation investirà 8 miliardi dollari nel progetto, mentre la francese Électricité de France ci sta costruendo due blocchi.

    Due anni fa la stessa compagnia cinese ha firmato un accordo con la rumena Societatea Nationala Nuclearelectrica (SNN) per la costruzione e lo sfruttamento della stazione nucleare "Cernavodă". La parte della compagnia cinese nella seconda tranche dell'unica stazione nucleare rumena sarà al minimo 51%. Il totale degli investimenti ammonta a 7,2 miliardi euro.

    Dopo la Gran Bretagna, secondo gli esperti, la Cina punterà all'Argentina. Un accordo per la costruzione di due blocchi nucleari fra la China National Nuclear Corporation (CNNC) e la Nucleoeléctrica Argentina SA (NASA) è stato siglato nel novembre 2015. Il costo totale dei due blocchi ammonta a 15 miliardi dollari.

    Il direttore del Centro russo per l'energia e la sicurezza Anton Khlopkov, intervistato da Sputnik, ha dichiarato che la costruzione delle centrali nucleari nel mondo è soggetta a problemi finanziari, ma la Cina reagisce flessibilmente. "Nonostante la Cina sia un giocatore nuovo nel mercato mondiale, è pronta non solo a costruire a prezzi competitivi ma anche investire nei progetti. Oggi, con il costo dei prestiti alto, questo ha doppio valore", ha detto l'esperto.

    Il direttore del Centro per lo sviluppo dell'energia Sergey Pikin ha valutato positivamente il potenziale della Cina.

    "La Cina oggi è concorrente della Russia e di altri giocatori globali nel settore. Il mercato nucleare è abbastanza limitato. Dopo l'incidente a Fukushima, il volume della costruzione delle stazioni si è ovviamente abbassato. Tuttavia quella asiatica rimane una regione ad alto fabbisogno energetico e pianifica di farvi fronte con le stazioni nucleari", sostiene Pikin.

    L'esperto dell'Istituto di Economia estera e commercio cinese Wang Zhiming sostiene che "la costruzione delle stazioni nucleari all'estero è il fattore più importante e necessario per l'ingresso della Cina nei mercati esterni. <…> Presumo che tutti i paesi che mantengono la cooperazione con la Cina siano interessati al suo contributo nella costruzione delle centrali nucleari. Per esempio, Pakistan, Iran, altri paesi del Medio e Vicino Oriente, l'Asia Centrale e anche alcuni paesi occidentali. Un'altra prospettiva è la cooperazione della Cina con i paesi dell'Europa e gli USA nel settore nucleare nei mercati dei paesi terzi, come con la Francia in Gran Bretagna per la costruzione della centrale Hinkley Point C".

    Gli esperti sostengono che nei prossimi 5 anni la Cina aumenterò la quota di centrali nucleari nel suo bilancio energetico. Secondo il sito news.cctv.com, l'energia nucleare costituisce già il 3,9% della produzione totale dell'energia cinese.

    Correlati:

    Xi Jinping: la Cina otterà il controllo totale su internet
    Xi Jinping promette di trasformare la Cina in uno stato ricco e potente
    Cina: il sistema THAAD in Corea del Sud mette a rischio la sicurezza della Russia
    Tags:
    esperti, Costruzione, mercato, Opinione, centrale nucleare, Investimenti, energia nucleare, Cina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik