05:40 10 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
4170
Seguici su

Sagoma tozza, movimenti bruschi, vista fredda con la tecnologia ottica di una videocamera e frastuono del mitragliatore di grosso calibro “Kord”: robot di combattimento dei film di fantascienza si trasformano in realtà e avanzano decisamente in prima linea, scalzando con le loro armature di ferro l'uomo.

Le macchine non provano paura ed emozione caratteristiche della natura umana e superflue in battaglia, non hanno bisogno di piegarsi a seguito di esplosioni e spari. I soldati d'acciaio possono essere buttati nel mezzo della battaglia, guidati dall'esterno o dal centro di comando.

Sputnik pubblica una selezione dei robot militari più letali e pericolosi, da torrette a rulli dotati di mitragliatori e razzi.

Il più intelligente

Forse il più famoso complesso robotico "Nerehta" dell'impianto Degtyarev è costruito su una base cingolata, sfruttata dalla Fondazione di Ricerche Avanzate (analogo dell'agenzia statunitense DARPA) per la promozione delle più moderne tecnologie. Come soldato delle forze speciali, "Nerehta" viene programmato per combattere insieme con altri robot e su di esso vengono sviluppati l'intelligenza artificiale e sistemi di comunicazione e di controllo avanzati.

Le qualità di questo mezzo sono state apprezzate dalle forze strategiche missilistiche, dove viene utilizzato per difendere dai sabotatori i sistemi missilistici mobili "Topol-M" e "Yars". Il sistema optoelettronico, la termocamera, il telemetro laser e il computer di balistica funzionano in modo eccellente durante il giorno e la notte.

Robot da pesi massimi

Il titolo onorifico di robot con maggiore massa e potenza di produzione russa ora appartiene al complesso di ricognizione e d'attacco terrestre "Vihr" sulla base del blindato BMP-3. Questa "belva blindata" è stata presentata al pubblico nel 2016. Questo mezzo pesa circa 15 tonnellate ed è armato "fino ai denti" con il cannone automatico di 30 millimetri 2A72 accoppiato con la mitragliatrice da 7,62 millimetri PKTM e il sistema di missili anticarro "Cornet-M".

Il complesso di ricognizione e d'attacco terrestre Vihr
© Sputnik . Ilya Pitalev
Il complesso di ricognizione e d'attacco terrestre "Vihr"

Il potente arsenale può essere utilizzato per colpire obiettivi di terra e aerei in movimento.

Il comandante e l'operatore radio controllano in remoto tutti gli armamenti. È interessante notare che, se necessario, il robot può ospitare al suo interno un pilota che può manovrare il robot come un normale blindato.

Compagno affidabile

L'ultimo sistema di combattimento automatizzato "Soratnik" (Compagno, tradotto in italiano — ndr) della società "Kalashnikov" appeso è dotato di telecamere ed è dotato di un modulo di combattimento comandato a distanza, sul quale possono essere montate mitragliatrici di calibro 7,62 e 12,7 millimetri e il lanciagranate AG-17A da 30 millimetri e 8 razzi teleguidati anticarro "Cornet-EM".

Il sistema di combattimento automatizzato Soratnik
© Foto : Kalashnikov
Il sistema di combattimento automatizzato "Soratnik


Parassita furbo

All'inizio del 2017 la "Kalashnikov" aveva mostrato ai suoi partner il prototipo del complesso robotico "Nahlebnik" (tradotto in italiano "parassita — ndr) con mezzi di rilevamento e monitoraggio, armato di granate aeree GSHG-7,62 di fabbricazione della città di Tula. In termini potenza di fuoco è inferiore a "Soratnik" tuttavia sul campo di battaglia può ricoprire un ruolo prezioso di supporto. Ad esempio può difendere il suo "fratello maggiore" dalle forze vive del nemico.

Il complesso robotico Nahlebnik
© Sputnik . Vitaly Belousov
Il complesso robotico "Nahlebnik"

Il più compatto

La macchina robotizzata di combattimento "Platform-M" della società di Izhevsk "Progress" pesa meno di una tonnellata, tuttavia le capacità di combattimento non sono molto inferiori ai robot analoghi di maggiore massa. Tra i suoi armamenti: 4 lanciagranate AGS-30, il cannone da tank modernizzato di calibro 7,62 millimetri, dotato di un caricatore da 400 colpi.

  • La macchina robotizzata di combattimento Platform-M
    La macchina robotizzata di combattimento "Platform-M"
    © Sputnik . Igor Zarembo
  • La macchina robotizzata di combattimento Platform-M
    La macchina robotizzata di combattimento "Platform-M"
    © Sputnik . Sergey Pivovarov
  • La macchina robotizzata di combattimento Platform-M
    La macchina robotizzata di combattimento "Platform-M"
    © Sputnik . Igor Zarembo
1 / 3
© Sputnik . Igor Zarembo
La macchina robotizzata di combattimento "Platform-M"

Correlati:

Russia lavora allo sviluppo di robot militari destinati all'export
Forze speciali russe sperimentano uso di robot e sistemi di controllo delle armi
Tags:
robot, Esercito russo, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook