Widgets Magazine
21:37 23 Agosto 2019
Sede dell'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE)

La Turchia si oppone alla restrizione dei diritti delle delegazioni nazionali all’APCE

© Foto: PACE official website
Mondo
URL abbreviato
282

La Turchia si oppone a qualsiasi tentativo di limitare i diritti delle delegazioni nazionali presso l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa. Lo ha dichiarato il presidente della Assemblea Nazionale della Turchia, Ismail Kahraman, nel corso della riunione con il presidente della Duma di Stato russa, Vyacheslav Volodin, a San Pietroburgo.

La delegazione russa insiste sulla modifica dei regolamenti, al fine di eslcudere la possibilità di limitare i diritti delle delegazioni nazionali.

"Ci opponiamo ai tentativi di limitare in qualsiasi modo i diritti di voto dei rappresentanti dell'APCE. I nostri parlamentari e rappresentanti del ministero degli Affari Esteri sono strettamente in contatto. Coordineremo i nostri sforzi su questioni nazionali ed internazionali", ha detto il presidente del parlamento turco.

Egli ha aggiunto che considera tali tentativi una "inammissibile violazione dei diritti delle delegazioni nazionali".

La Russia nel 2016 non ha presentato i documenti necessari per l'accreditamento della sua delegazione all'APCE, in quanto nel 2014 e nel 2015 i parlamentari russi sono stati privati del diritto di voto e della possibilità di partecipare ai lavori degli organi statutari, a causa dell'annessione della Crimea. Questa estate, la Russia ha anche sospeso il pagamento di una parte del contributo al Consiglio d'Europa per il bilancio 2017.

Correlati:

Presidente APCE sulle relazioni organizzative con la Russia: io credo nel dialogo
APCE stima perdite per sospensione finanziamenti da Russia
Il capo dell’APCE parla dei disaccordi con la Russia
Tags:
Misure restrittive, sostegno, diritti, APCE, Turchia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik