09:20 15 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 2°C
    Ex presidente sovietico Mikhail Gorbachev

    Gorbachev si appella ai presidenti di Russia e USA per accordo Euromissili

    © Sputnik. Valeriy Melnikov
    Mondo
    URL abbreviato
    1445

    Il Trattato sugli euromissili, firmato fra Unione Sovietica e Stati Uniti 30 anni fa, "adesso è in pericolo". Lo ha affermato in un articolo per il Washington Post l'ex-presidente sovietico Mikhail Gorbachev.

    Gorbachev, viste le intenzioni da entrambe le parti ad abbandonare il trattato, si è appellato ai presidenti della Russia e degli Stati Uniti.

    "Chiedo alla Russia e agli Stati Uniti di preparare e condurre un vertice su larga scala su tutta una serie di questioni", scrive Gorbachev, raccomandando che in questo vertice si mettano a fuoco "i problemi della riduzione delle armi nucleari e il rafforzamento della stabilità strategica".

    Secondo Gorbachev, se il sistema di controllo delle armi nucleari crolla le conseguenze saranno disastrose.

    "Sono fiducioso che la preparazione di una dichiarazione congiunta dei due presidenti sull'impegno dei due paesi nel quadro del trattato INF sia un obiettivo realistico. Al tempo stesso potrebbero essere affrontate questioni tecniche; per questi scopi può riprendere il suo lavoro la Commissione congiunta di controllo ai sensi del Trattato INF. Sono convinto che se esiste un "impulso" dai due presidenti, i generali e i diplomatici saranno in grado di raggiungere un accordo", ha scritto Gorbachev.

    Egli osserva che si tratta di un compito difficile, doppio: prevenire il collasso del sistema di accordo nucleare e invertire il deterioramento delle relazioni USA-Russia.

    Correlati:

    La Russia reagirà se gli USA usciranno dal trattato sugli euromissili
    Euromissili, per Mosca è solo “disturbo” iniziativa USA per nuove sanzioni contro Russia
    Parlamento russo commenta probabile ritiro degli USA dal trattato sugli euromissili
    Tags:
    euromissili, appello, accordo, Michail Gorbaciov, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik