03:40 15 Dicembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca+ 1°C
    La situazione in Siria

    Difesa: non è escluso il fallimento dell'accordo di pace in Siria a causa degli USA

    © Sputnik. Mikhail Alayeddin
    Mondo
    URL abbreviato
    16316

    Circa seicento uomini armati sono penetrati nella zona di de-escalation a sud, nel territorio controllato dagli USA, ha dichiarato il portavoce ufficiale del ministero della Difesa Igor Konashenkov.

    "Tenendo conto di un tale rinforzo, con il placito americano, la formazione di una riserva, scorte di medicinali sotto disposizioni, non è necessario essere un esperto per prevedere il tentativo di rottura dell'accordo di pace nella zona sud di de-escalation. La responsabilità di tale sabotaggio del processo di pace sarà a carico esclusivamente della parte americana".

    Il portavoce ha parlato di "uno strano caso", connesso all'avvicinamento di militanti nella zona sud. Hanno ricevuto aiuti umanitari nei centri abitati, controllati da "cellule dormienti" del raggruppamento al Nusra. Secondo il portavoce del ministero della Difesa, il 2-3 ottobre seicento uomini armati nel campo di rifugiati Rukban, con i fuoristrada, si sono diretti ad ovest e, dopo 300 chilometri, sono entrati attraverso l'ex dogana Tafas, nella zona meridionale di de-escalation, nella provincia di Deraa.

    "Un'altra "strana" coincidenza è che quasi contemporaneamente, in questa zona della de-escalation, sono arrivati due convogli con farmaci e prodotti per la popolazione locale. La prima colonna con un carico di 30 tonnellate è entrata a Chazhdim, la seconda, con un carico di 60 tonnellate, a Khel" ha sottolineato il generale.

    Gli aiuti umanitari sono andati ai militanti di al Tanf.  Konashenkov ha anche ricordato che Washington non ha ancora spiegato come sia stato possibile che attraverso la zona controllata dagli USA siano scappati trecento militanti dell'ISIS. Successivamente, questi terroristi hanno cercato di bloccare la strada tra Damasco e Deir-ez-Zor, dove era in corso l'approvvigionamento delle truppe siriane e la consegna di aiuti umanitari per la popolazione.

    La Difesa ha chiesto agli USA di spiegare una simile "cecità" riguardo "gli eventi che accadono sotto il loro naso in Siria".

    Correlati:

    Mosca accusa: le azioni americane in Siria cercano di disgregare il Paese
    Siria: aviazione russa conduce 182 attacchi aerei in 24 ore contro terroristi
    Rogozin: Russia e Siria verranno collegate da linea diretta marittima
    Tags:
    Aiuti alla Siria, Il Ministero della Difesa, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik