20:26 20 Aprile 2019
Sahara

Perchè sin dall'antichità l'Africa è un continente di migrazione?

© AFP 2018 / HOCINE ZAOURA
Mondo
URL abbreviato
241

Secondo nuovi dati, il motivo della migrazione dei nostri antenati dall'Africa verso il continente eurasiatico è stato un periodo asciutto e freddo, durante il quale il Sahara da una zona ricca di vegetazione e corsi d'acqua si è trasformata in un deserto.

In base ai dati ad oggi disponibili, i primi esseri umani sono apparsi in Africa (in precedenza si pensava a circa 100mila anni fa, ma solo quest'anno il limite si è alzato a 200-250 mila anni), dopodichè tra i 65 e 55mila anni fa hanno lasciato il continente per dirigersi in Europa, Asia Minore e nella penisola araba, da dove poi si sono diffusi in tutto il pianeta, raggiungendo l'Australia e le Americhe.

Si considera il clima come motivo che ha spinto i primi uomini ad andarsene dall'Africa per cercare una nuova dimora, tuttavia quali condizioni meteorologiche abbiano spinto al grande viaggio rimangono sconosciute, perché 60mila anni fa non c'è alcuna opera che suggerisca qualcosa a riguardo. Per valutare quello che è successo in Africa, è possibile basarsi solo su prove circostanziali, come ad esempio i depositi sui fondali marini, come ha fatto la geologa Jessica Tierney con i suoi colleghi dell'università dell'Arizona.

Il gruppo guidato dalla Tierney ha analizzato lgli strati delle rocce sedimentarie nel Golfo di Aden ed ha stimato la dinamica del contenuto di alchenoni, composti organici che producono alghe. La composizione e la quantità di alchenoni varia a seconda della temperatura dell'acqua.

Gli scienziati hanno ricostruito le temperature medie dell'acqua vicino alla superficie della baia con un passo di 1600 anni negli ultimi 200mila anni. L'analisi del contenuto dei sedimenti organici, foglie portate via dal vento nell'oceano e depositatesi nei fondali, hanno reso possibile ottenere dati sulla quantità delle precipitazioni.

Combinando i dati sulla temperatura e l'umidità, gli scienziati hanno stabilito che tra 130mila e 80mila anni fa nell'Africa nord-orientale il clima era umido e caldo e il Sahara, ora deserto, era coperto da foreste verdi. Ma tra 75-55mila anni fa è subentrato un periodo di siccità e raffreddamento;

i genetisti indicano in questo periodo l'inizio del ripopolamento dell'Europa grazie alle migrazioni dall'Africa. Forse è stata la desertificazione e il raffreddamento a spingere l'uomo a cercare nuovi territori, secondo la Tierney.

Nonostante la relativa precisione del modella della geologa americana, le ragioni per cui l'umanità è andata via dall'Africa restano supposizioni, perché la datazione di questo evento è molto approssimativa. Recenti studi indicano la presenza di Homo sapiens a Sumatra già 63mila anni fa e in Australia già 65mila anni fa: detto in altri termini, avrebbero dovuto lasciare l'Africa prima di quanto considerato comunemente. Alcune ricerche ipotizzano che i primi movimenti migratori dall'Africa sono potuti iniziare 130mila anni fa.

Correlati:

Cambiamenti climatici, il Sahara si trasformerà in savana nei prossimi 100 anni
Tags:
Storia, Terra, Cambiamenti climatici, Scienza e Tecnica, migrazione, Sahara, Africa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik