14:01 22 Ottobre 2017
Roma+ 21°C
Mosca+ 2°C
    Terroristi di al-Nusra in Siria

    Governo siriano accusa l'Arabia Saudita di fornire armi americane ai terroristi

    © AP Photo/ Edlib News Network ENN
    Mondo
    URL abbreviato
    655951

    Il ministero della Difesa siriano ha dichiarato che l'Arabia Saudita avrebbe rifornito i terroristi che operano in Siria con i missili anticarro Tow di produzione americana, segnala l'agenzia Sana con riferimento ad un comunicato del dicastero militare di Damasco.

    "Dopo che l'amministrazione dell'ex presidente degli Stati Uniti Barak Obama ha revocato il divieto di fornitura di armi, l'Arabia Saudita ha acquistato a Washington 15mila missili anticarro Tow per un valore di 1 miliardo di dollari, dopodichè abbiamo ritrovato queste armi anticarro in Siria nel 2014, dove sono state utilizzate dai terroristi contro l'esercito siriano," — si afferma in un comunicato del ministero della Difesa siriano pubblicato oggi.

    Il dicastero militare ha riferito che le consegne di armi ai terroristi sono state effettuate tramite diversi canali con aziende situate nei Paesi dell'Europa orientale legate agli Stati Uniti e alla NATO.

    Secondo il ministero siriano, le armi prima di arrivare in Siria finivano in Arabia Saudita o Turchia partendo o dai porti europei o dalla base aerea americana di Ramstein, in Germania.

    Inoltre il dicastero militare siriano ha dichiarato che i terroristi di ISIS, Al-Nusra ed altri gruppi radicali ricevono missili, fucili d'assalto, mitragliatrici, cannoni antiaerei e perfino carri armati in cambio di petrolio dai pozzi occupati in Siria e in Iraq.

    In precedenza un rappresentante dello Stato Maggiore siriano aveva dichiarato che i terroristi in Siria ottengono armi, acquistate all'interno del programma del Pentagono a sostegno degli alleati degli Stati Uniti. I militari siriani sono venuti a conoscenza di trasferimenti di armi ai gruppi terroristici come lo "Stato Islamico" e Al-Nusra originariamente destinate all'opposizione moderata. Un rappresentante del Pentagono ha definito queste affermazioni "assolutamente ridicole".

    Il conflitto armato in Siria continua dal marzo 2011. I negoziati per la normalizzazione della crisi si svolgono ad Astana e Ginevra.

    Correlati:

    "Questioni serie": Russia richiede agli USA di definire i propri obiettivi in Siria e Iraq
    Media israeliani invitano Usa a prepararsi per una guerra con Siria, Russia e Iran
    Fermare la Russia in Libia per evitare una Siria bis: monito del segretario generale NATO
    Die Welt: la Russia ha quasi dichiarato guerra agli USA in Siria
    Pentagono sicuro, militari di Russia e Siria incapaci di distruggere l'ISIS
    Tags:
    Occidente, Sicurezza, Politica Internazionale, Geopolitica, Terrorismo, crisi in Siria, NATO, Esercito della Siria, Daesh, Al-Nusra, Medio Oriente, USA, Arabia Saudita, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik