00:31 26 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
625
Seguici su

Rosoboronexport e l’industria bellica saudita (SAMI) hanno firmato un contratto per la produzione locale del fucile d’assalto AK-103. Lo ha dichiarato a RIA Novosti il portavoce del Servizio federale per la cooperazione tecnico-militare russa Maria Vorobyova.

"Durante la visita del sovrano dell'Arabia Saudita Salman Ibn Abdul Aziz nella Federazione Russa, la Rosoboronexport e l'industria bellica saudita hanno firmato un contratto sulle condizioni generali per la concessione all'Arabia Saudita della licenza per la produzione dell'AK-103 e le sue munizioni", ha detto la Vorobyova.
Inoltre, il protocollo che è stato firmato prevede anche il trasferimento all'Arabia Saudita delle tecnologie necessarie per creare i complessi anticarro Cornet-AM, il sistema lanciafiamme TOS-1A, il lanciagranate AGS-30 e il fucile d'assalto AK-103.

In precedenza, l'agenzia Bloomberg ha riferito, citando un comunicato stampa della SAMI, che Mosca e Riyad hanno firmato un contratto per l'acquisto dei sistemi missilistici terra-aria S-400.

Correlati:

Consorzio Kalashnikov promette a breve dimostrazione di un’automobile volante
Russia, la Kalashnikov annuncia tempistica test pistola anti-drone
Kalashnikov presenta fucile anti-droni REX-1 (VIDEO)
Tags:
fucile d'assalto, Produzione, Cooperazione, Armi, Kalashnikov, Arabia Saudita, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook