01:11 16 Giugno 2019
Melbourne, Australia

Australia, polizia combatte la pedofilia gestendo in segreto sito porno-infantile

© Foto : Pixabay
Mondo
URL abbreviato
350

La polizia del Queensland per combattere la pedofilia ha gestito per un anno uno dei principali siti al mondo di pornografia infantile. Lo riporta il quotidiano norvegese di VG.

Nel corso di un'inchiesta è stato scoperto che la polizia hanno gestito segretamente il sito Childs Play in "darknet". Nel 2016 la task force della polizia australiana era riuscita a risalire al gestore del sito, Benjamin Faulkner, attualmente in carcere negli Stati Uniti per lo stupro di una bambina di quattro anni. I poliziotti australiani hanno gestito il sito fino al settembre 2017, quando il portale è stato chiuso.

Affinché gli utenti non notassero la "sostituzione", la polizia continuava la tradizione di Faulkner, che una volta al mese scriveva un appello sul forum.
"Sostengo al cento per cento questa decisione, perché la polizia non ha creato contenuti ma ha utilizzano quelli già esistenti. Tutto questo è stato fatto al fine di risalire a dei criminali. Questa è una guerra, e dobbiamo combatterla", ha commentato Hetty Johnson, capo dell'organizzazione per la protezione dei bambini Bravehearts.

Al sito pornografico infantile erano registrati circa cento milioni di persone. C'erano circa 4.000 utenti attivi, di cui almeno 100 persone erano impegnati nella produzione dei contenuti.

Correlati:

Polizia in Australia: inevitabile grande attentato terroristico a Sydney
Corea del Nord, premier Australia: sì ad inasprimento sanzioni
Libano, intelligence sventa attentato a volo Emirates da Australia ad Abu Dhabi
Tags:
pedofilia, Indagine, Polizia, Australia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik