04:55 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Dmitry Peskov

    Cremlino ipotizza misure di risposta alle persecuzioni contro i media russi in Occidente

    © Sputnik. Sergey Guneev
    Mondo
    URL abbreviato
    6183

    La libertà dei mezzi di comunicazione rimane una priorità assoluta.

    Se la repressione e la violazione dei diritti dei media russi all'estero continueranno, il Cremlino può prendere misure di ritorsione sul principio della "reciprocità", ha dichiarato oggi il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in una conferenza stampa.

    Ha spiegato che attualmente alcuni media si trovano sotto pressione come mai prima accaduto, soprattutto negli Stati Uniti.

    La pressione "già pregiudica notevolmente l'attività dei nostri media in alcuni Paesi occidentali, soprattutto negli Stati Uniti. <…> Speriamo che queste azioni persecutorie contro i nostri media, mi riferisco in particolare ad RT e Sputnik in America, non passeranno inosservate nelle organizzazioni internazionali responsabili per il monitoraggio della libertà di parola e dei mezzi di comunicazione".

    Ha ricordato che la libertà dei media è la priorità principale in Russia. Vale anche per i media stranieri, la cui uguaglianza con quelli russo è sancita dalla legge.

    Correlati:

    Cremlino spera che non resteranno nel silenzio le persecuzioni contro RT negli USA
    Bloomberg: Google ha bannato RT dal pacchetto video Premium su YouTube
    Simonyan: se la situazione peggiora, RT lascerà gli USA
    Sputnik e RT di nuovo nel mirino
    USA, per il Dipartimento della Difesa Sputnik e RT sono strumenti di propaganda
    Tags:
    Informazione, Giornalismo, Russofobia, Cremlino, Sputnik, mass media, RT, Dmitry Peskov, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik