12:11 16 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 3°C
    Il ministero degli Esteri a Mosca

    Ministero Esteri russo spiega motivi crescita minaccia terroristica nel mondo

    © Sputnik. Maksim Blinov
    Mondo
    URL abbreviato
    351

    La crescita della minaccia terroristica in tutto il mondo è legata alla mancanza di volontà politica in un certo numero di stati influenti. Lo ha dichiarato oggi il vice direttore del Dipartimento per le nuove sfide e le minacce del ministero degli Esteri russo Vladimir Andreev.

    "Solo lavorando congiuntamente è possibile resistere a questo livello di minaccia terroristica. Le decisioni internazionali sono state da tempo sviluppate correttamente… in particolare le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Se queste fossero rispettate da almeno la metà dei paesi, il terrorismo non esisterebbe. Sarebbe riportato ai livelli degli anni Settanta ed era gestito dalla polizia", ha detto Andreev durante la riunione dei rappresentanti delle chiese ortodosse locali nell'Unione Europea.

    Egli ha osservato che "la ragione per l'aumento del terrorismo è che la volontà politica di un certo numero di stati, soprattutto quelli leader, non è sufficiente per attuare le decisioni internazionali adottate e formulate".

    Secondo Andreev, i capi di questi paesi hanno subordinato la lotta al terrorismo agli interessi politici. Di conseguenza, nelle condizioni attuali, una tale politica porta sempre più a "l'uso diretto di gruppi terroristici nell'interesse della lotta contro i governi legittimi".

    "E 'chiaro che la minaccia del terrorismo oggi finalmente ha acquisito le caratteristiche globali, in particolare con la comparsa nell'arena globale dell'ISIS", ha concluso Andreev.

    Correlati:

    Russia-Arabia Saudita, Lavrov: In Siria combattere il terrorismo è prioritario
    L'ISIS esporta in Asia Centrale un nuovo modello di terrorismo
    Terrorismo, Nsa sorveglia oltre 100 mila stranieri fuori da Usa
    Tags:
    commento, Cooperazione, terrorismo, Minaccia, ISIS, Il Ministero degli Esteri della Russia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik