Widgets Magazine
00:30 22 Ottobre 2019
MiG-29

I Mig russi aiuteranno la Serbia ad entrare nell’UE

© Sputnik . Sergey Pivovarov
Mondo
URL abbreviato
18343
Seguici su

I Mig-29 russi sono iniziati ad arrivare in Sebria. I primi due velivoli sono stati consegnati stanotte all’aeroporto di Batajnica. Entro il fine settimana arriveranno altri sei aerei e dopo comincerà la loro modernizzazione.

La modernizzazione costerà 180 mila euro, però i velivoli passeranno al livello della generazione 4+. La Serbia entrerà nel club dei paesi che possiedono questi caccia, come, per esempio, Germania, Francia, Gran Bretagna e Italia.

Alla fine di dicembre del 2016 l'allora primo ministro della Serbia Aleksandar Vučić, dopo l'incontro con il ministro della difesa russo Sergey Shoygu, ha annunciato che la Russia avrebbe ceduto a Belgrado 6 caccia Mig-29, 30 carri armati T-72S e altri 30 veicoli corazzati. Per la riparazione e la successiva modernizzazione degli aerei la Serbia dovrà pagare di tasca propria, ma la proposta è conveniente lo stesso.

"Per 180 milioni euro riceveremo i motori di ricambio, i missili aria-aria a lungo raggio che non abbiamo mai avuto. Inoltre avremo i missili aria-terra con radar di laser, quindi possiamo parlare di una modernizzazione radicale dell'aeronautica militare serba", ha dichiarato l'esperto militare Miroslav Lazansky.

Il termine del servizio dei motori degli aerei sarà prolungato per 25-30 anni. Secondo Lazansky, i due aeri Mig-29 possono essere pronti in un mese, al massimo un mese e mezzo.

"Il vantaggio principale è che i nostri meccanici e piloti sono abituati a questi aeri e queste tecnologie. Il passaggio alle tecnologie occidentali costerebbe troppo. Pagheremmo delle cifre folli, ma non potremo permetterci neppure la manutenzione ordinaria senza l'aiuto degli stranieri", spiega l'esperto.

Egli ha notato che la Serbia ha ricevuto questi aerei non per fare la guerra, ma per proteggere il suo spazio aereo.

"Lo stato che cerca di diventare membro dell'UE deve proteggere il suo spazio aereo. Altrimenti le compagnie aeree non voleranno attraverso la Serbia… I nostri Mig saranno il fattore di trattenimento nel caso un cui qualcuno dei vicini voglia avventurarsi contro la Serbia. Certamente per una guerra con la NATO gli aerei non bastano, però per trattenere le ambizioni dei vicini si", ha affermato Lazansky.

I Mig-29 saranno mostrati al pubblico il 20 ottobre durante la parata per l'anniversario della liberazione di Belgrado. Saranno presentati anche i piloti serbi che hanno passato la formazione supplementare in Russia. La data del primo volo non è stata resa nota.

Correlati:

In Serbia stanno studiando gli effetti dei bombardamenti NATO del 1999
Cooperazione commerciale Russia-Serbia torna al livello pre-crisi
Vucic: Serbia vanta buoni rapporti con la Russia e la Cina
Tags:
spazio aereo, Difesa, MiG-29, caccia, Serbia, UE, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik