Widgets Magazine
15:00 17 Ottobre 2019
Soldati camerunesi

Camerun, sangue e proteste

© AP Photo / Ben Curtis
Mondo
URL abbreviato
202
Seguici su

Otto persone, secondo fonti ufficiali, due volte tanto, secondo gli attivisti dei diritti umani, sono stati uccisi durante le proteste in Camerun. Lo riporta Euronews.

Le manifestazioni per l'indipendenza delle province in cui la minoranza anglofona vive compattamente sono iniziate due anni fa, ma erano per lo più di natura moderata.

Un certo numero di attivisti anglo-francesi chiedono il ritorno al federalismo, mentre gli avversari hanno chiesto la divisione del Camerun. La capitale camerunese, Yaounde, si rifiuta di prendere in considerazione sia l'una che l'altra proposta.

Nel paese africano intanto è stato oscurato internet, in quanto le autorità sono convinte che le reti sociali servano da catalizzatore dell'indignazione. Tuttavia le stesse autorità hanno invitato tutte le parti del conflitto a dialogare.

"Condanno tutti gli atti di violenza, da qualunque parte si siano verificati", ha scritto il presidente Paul Biya nel suo Twitter.

Attualmente in due regioni anglofone vige il coprifuoco, che vieta le riunioni di strada che coinvolgono più di quattro persone e, in alcuni momenti del giorno, in queste province, il traffico viene interrotto.

Correlati:

Catalogna, UE: Tusk chiede a Rajoy di evitare uso della forza e ulteriore escalation
Daily Telegraph: la violenza al referendum in Catalogna immerge l'UE in una nuova crisi
Puigdemont: necessaria una mediazione per la situazione in Catalogna
Tags:
Indipendenza, Manifestazione, Violenza, Proteste, Camerun
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik