00:51 14 Dicembre 2019
Crisi libica

“ISIS non è riuscito a creare un esercito unito in Libia”

© REUTERS / Esam Omran Al-Fetori
Mondo
URL abbreviato
210
Seguici su

Baqui al Ali, membro del consiglio tribale libico, ha dichiarato all'agenzia Sputnik che la tesi secondo cui i terroristi del Daesh avrebbero organizzato in Libia un nuovo esercito non corrisponde alla realtà.

Nei deserti del Paese ora ci sono basi terroristiche, tuttavia si tratta di combattenti che sono fuggiti dalle città liberate, ad esempio Sirte. Il discorso riguarda piccoli gruppi eterogenei e poco coordinati, quindi non rappresentano una minaccia significativa.

"Recentemente circolava la notizia secondo cui i combattenti del Daesh si stavano riunendo per formare un esercito comune. Nel deserto effettivamente ci sono campi terroristici. Si tratta di jihadisti fuggiti da Sirte, liberata l'anno scorso dall'esercito libico e alcune tribù con il supporto dell'aviazione egiziana. Di volta in volta i jihadisti di questi campi creano avamposti sulle strade e i loro leader rivendicano gli attacchi terroristici contro i militari libici. Ma, data l'attuale debolezza del Daesh in Libia, difficilmente si può parlare di un esercito di terroristi", ha dichiarato il politico libico.

Allo stesso tempo Baqui al Ali ritiene che "queste informazioni non possono essere ignorate o sottovalutate.

L'esercito libico deve eliminare i terroristi che si sono stabiliti nei pressi di Sirte. Soprattutto dopo che i militari americani hanno determinato la posizione dei campi. Gli Stati Uniti hanno fornito sostegno aereo nell'operazione per liberare Sirte. L'aviazione americana ha massicciamente bombardato per tre volte i campi dei terroristi che erano fuggiti dalla città. L'ultimo raid è avvenuto lo scorso settembre, dopo che i terroristi avevano organizzato diversi attacchi alle spalle".

Il 30 settembre Sadeeq al Sur, procuratore capo, nel corso di una conferenza stampa ha annunciato la cattura di alcuni terroristi che erano sopravvissuti ai raid americani. Sono state confiscate armi, munizioni ed altri oggetti. Inoltre i magistrati libici avevano ottenuto l'informazione secondo cui un esercito di tre battaglioni sarebbe stato creato nel deserto libico dai jihadisti. Secondo il rappresentante della procura libica, questo esercito è stato creato dopo la liberazione di Sirte.

Correlati:

Armi, non truppe: ecco come la Russia può aiutare la Libia, dice l'esperto
Libia, Haftar: liberato almeno il 90 per cento del territorio
Esperto: l'Egitto ha il pieno diritto di intervenire militarmente in Libia
Tags:
Terrorismo, crisi in Libia, Daesh, Sirte, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik