Widgets Magazine
13:49 14 Ottobre 2019
Scontri polizia ed elettori in Catalogna, Spagna

Nazionalisti belgi chiedono dimissioni Juncker per azioni della polizia in Catalogna

© REUTERS / Enrique Calvo
Mondo
URL abbreviato
661
Seguici su

Il partito nazionalista “Alleanza Neo-Fiamminga” (NVA) tramite i suoi rappresentanti al parlamento europeo ha chiesto le dimissioni del presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker per l'uso della forza da parte della polizia contro i partecipanti al referendum per l'indipendenza in Catalogna.

Domenica in Catalogna si è svolto il referendum sull'indipendenza dalla Spagna. Mardid lo ha bollato come illegale ed è stato bloccato dalla Corte costituzionale. Secondo le autorità regionali, l'indipendenza è stata sostenuta dal 90% dei partecipanti. Durante gli scontri tra elettori e polizia sono stati feriti 844 persone e 33 poliziotti.

"Juncker non ha reagito in nessun modo. Non capisco perché, dato che l'UE è la terza parte nel conflitto tra la Spagna e la Catalogna. Io la considero che l'Europa possa fare da mediatore", ha dichiarato il capo del parlamento delle Fiandre Jan Peumans in un'intervista a RTBF.

Il primo ministro belga Charles Michel è stato il primo dei leader europei a condannare la violenza durante il referendum in Catalogna e ad invitare le parti al dialogo.

Correlati:

Catalogna, Turull: Oltre 2 mln votanti, da 90% sì a indipendenza
Presidente della Catalogna: il popolo ha esercitato il suo diritto alla sovranità
Parlamento europeo riconosce legalità referendum in Catalogna
Tags:
Indipendenza, Referendum, Polizia, scontri, Violenza, Dimissioni, Jean-Claude Juncker, UE, Spagna, Catalogna, Belgio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik