Widgets Magazine
21:09 19 Settembre 2019
Ponte sullo stretto di Kerch

Crimea, querela di Kiev per ponte Kerch dettata da rabbia e impotenza

© REUTERS / Andrew Osborn
Mondo
URL abbreviato
7230
Seguici su

Il tentativo delle autorità di Kiev di coinvolgere la Russia in un contenzioso per la costruzione del ponte sullo stretto di Kerch dovrebbe essere considerato come una mossa dettata dalla rabbia e dall’impotenza. Lo ha detto a RIA Novosti il vice primo ministro della Crimea Georgy Muradov.

Il presidente dell'Ucraina ha ordinato di avviare una causa legale contro la Russia per i danni ambientali derivanti dalla costruzione del ponte sullo stretto di Kerch.

"Il presidente dello stato vicino, a quanto pare, è assalito dalla rabbia per l'impotenza dinnanzi al successo della costruzione del ponte, che rispetta tutte le norme ambientali e strutturali… Questa mossa ha anche implicazioni politiche, finalizzate ad attirare l'attenzione sul tema della Crimea e tenerlo costantemente a galla", ha detto Muradov.

Secondo lui, le autorità di Kiev sono preoccupate dal fatto che i leader occidentali parlano sempre più spesso della necessità di rimuovere il tema della Crimea dell'agenda politica internazionale e del ripristino della cooperazione costruttiva con la Russia.

"Tutte le cause sono senza speranza. Servono solo ad attirare l'attenzione sul tema della Crimea, in modo che rimanga nell'agenda politica", ha aggiunto il vice primo ministro crimeano.

Correlati:

I giornalisti del New York Times sono stati invitati a visitare la Crimea
In Crimea saranno invitati i nuovi deputati del Bundestag
Delegazione cinese arriva in Crimea
Tags:
ponte, causa legale, Costruzione, commento, danni, Ambiente, Crimea, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik