16:40 24 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
120
Seguici su

Teheran ha temporaneamente vietato alle società iraniane di trasportare prodotti petroliferi da e verso il Kurdistan iracheno. Lo riferisce l'agenzia iraniana Tasnim.

"L'organizzazione dei trasporti ha temporaneamente proibito il caricamento e il trasporto di carburanti dall'Iran al Kurdistan iracheno e viceversa in connessione con gli ultimi avvenimenti in questa regione", si legge in un rapporto.
Il 25 settembre si è tenuto un referendum sull'indipendenza del Kurdistan iracheno da Baghdad. Il 92,7% degli elettori hanno votato per l'indipendenza. Le autorità irachene hanno dichiarato il referendum illegittimo e hanno sottolineato l'intenzione di non voler negoziare.
L'Iran, come altri vicini del Kurdistan iracheno, si sono opposti al plebiscito. Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif lo ha definito "un grave errore strategico".
Anche Turchia, Stati Uniti e Nazioni Unite hanno criticato il referendum. Mosca, sostenendo l'integrità territoriale dell'Iraq, ha invitato Erbil e Baghdad a risolvere la controversia attraverso il dialogo.
In precedenza, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha anche minacciato di fermare il transito di petrolio dal Kurdistan attraverso la Turchia.

Correlati:

Tutti i voli internazionali verso il Kurdistan saranno annullati
Gazprom stima risorse petrolifere a 8 milioni di tonnellate in Kurdistan
Kurdistan, Mosca conferma sostegno a integrità territoriale Iraq
Tags:
idrocarburi, carburante, Importazioni, divieto, Esportazioni, Petrolio, Kurdistan, Iran, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook