Widgets Magazine
15:17 18 Settembre 2019
Jean-Claude Juncker

Juncker si aspetta ampliamento UE tra il 2019 e 2024

© AP Photo / Geert Vanden Wijngaert
Mondo
URL abbreviato
7111
Seguici su

Il capo dell’Eurocommissione Jean-Claude Juncker ha dichiarato che si aspetta un ampliamento dell’UE tra il 2019 e il 2024 dopo che il Regno Unito uscirà dall’Unione.

"L'Unione europea sarà composta da 27 paesi a partire dalla fine di marzo del 2019 e più di 27 nei cinque anni successivi dal 2019 al 2024" ha detto il capo della Commissione europea ai giornalisti prima del vertice informale dell'UE a Tallinn. Il discorso del capo della Commissione europea è stato trasmesso dal servizio stampa della commissione.

Il Regno Unito dovrà lasciare l'UE il 29 marzo del 2019 dopo l'avvio del processo della Brexit, votato al referendum del 23 giugno del 2016.

In precedenza Juncker ha dichiarato che l'ampliamento dell'UE non avverà sotto la sua presidenza, che terminerà nel 2019. A sua volta a giugno 2017 il commissario europeo per la politica di vicinato e per i colloqui di espansione Johannes Khan ha dichiarato che l'ampliamento dell'Unione Europea con uno o più paesi dei Balcani occidentali potrebbe avvenire con una nuova composizione della Commissione Europea.

I candidati ufficiali per l'adesione all'Unione Europea sono l'Albania (dal 2014), la Macedonia (dal 2005), il Montenegro (2010), la Serbia (dal 2012) e la Turchia (dal 1999). Sono stati avviati negoziati per l'adesione all'UE per tre di loro: Turchia (nel 2005), Montenegro (dal 2012) e Serbia (dal 2014).

Correlati:

"Mentre gli USA sono in lotta con la Russia l'Europa viene mangiata dalla Cina"
Ministero Esteri russo accusa Consiglio Europa di atteggiamento politicizzato verso Mosca
Catalogna, repressione democratica col benestare dell’Europa
Finito Schengen finisce l’Europa
Tags:
Politica Internazionale, Brexit, Adesione, Adesione all'UE, Commissione Europea, Unione Europea, Jean-Claude Juncker, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik