21:53 14 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

La Gazprom Neft attualmente stima che nel Kurdistan iracheno ci sono otto milioni di tonnellate di petrolio estraibile, tuttavia continua il lavoro per ulteriori stime. Lo comunica in una intervista il giornale “Neftekompas” il direttore generale della Gazprom Neft Middle East Sergey Petrov.

"Si stimano circa 8 milioni di tonnellate di petrolio. Ora stiamo perforando un secondo pozzo, grazie al quale riceveremo nuove informazioni geologiche e specificeremo questa cifra" ha detto Petrov.

Ha detto che è abbastanza problematico trarre conclusioni dai dati del pozzo, ma ha aggiunto che nel 2017 Gazprom Neft prevede una produzione presso il giacimento Sarqala di 7.631 barili al giorno.

"L'anno scorso, la produzione a Sarqala-1 sono stati estratti più di 3.863 barili al giorno. Nel 2017 siamo arrivati a circa 5 500 barili al giorno. Durante l'anno siamo stati in grado di aumentare la produzione fino a 9 600 barili al giorno… ci aspettiamo che la produzione giornaliera media crescerà fino a 7.631 barili al giorno nel 2017. Il prossimo anno, la produzione potrebber arrivare a 13.455 barili al giorno" ha detto Petrov.

Ha anche chiarito che la società sta lavorando per le valutazioni sul territorio delle riserve di gas, che è necessario per valutare la fattibilità della costruzione di infrastrutture per il gas.

"Gazprom" ha annunciato l'estrazione commerciale di petrolio in un giacimento a Sarqala in Kurdistan nel mese di febbraio 2015. Nel mese di marzo 2016 Gazprom Neft Middle East B. V. è diventata operatore del giacimento di Sarqala. In precedenza, l'operatore del progetto è stata la canadese WesternZagros Resources Ltd.

Nel mese di maggio 2016 Gazprom Neft Middle East ha concordato con il governo della regione curda dell'Iraq un piano di sviluppo del giacimento di Sarqala, secondo il quale l'azienda prevede la perforazione di un secondo pozzo, Sarqala-2.

Correlati:

Petrolio, Lukoil: ecco chi è interessato a raffineria italiana Isab
Venezuela inizia a contrattare il petrolio in yuan al posto del dollaro americano
Petrolio, Novak: Nel 2018 prezzo a 45-55 dollari al barile
Russia, in calo la produzione media giornaliera di petrolio
Tags:
Estrazione, Petrolio, estrazione petrolio, Petrolio, Prezzi petroliferi, Gazprom Neft, Kurdistan
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook