15:35 16 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
6291
Seguici su

Dmitry Peskov, portavoce del presidente Putin, ha dichiarato che le dichiarazioni del ministero della Difesa relative alle azioni statunitensi in Siria non hanno bisogno di ulteriori commenti: la posizione del Cremlino non può essere diversa da quella del dicastero militare.

"Il punto di vista non può essere diverso da quello esternato dal ministero della Difesa. Quello che è stato dichiarato non ha bisogno di ulteriori commenti",

— ha detto ai giornalisti Peskov in risposta alla richiesta di commentare le dichiarazioni provenienti dal ministero della Difesa russo sui recenti attacchi in Siria e sul ruolo di fomentatore dei servizi segreti americani, nonché di esprimere la posizione del Cremlino.

In precedenza il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov aveva chiesto alla coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti di "almeno non interferire nella lotta contro il terrorismo in Siria, se non vuole farlo da sola."

A sua volta il rappresentante dello Stato Maggiore russo Sergey Rudskoy aveva parlato di "pista americana" nella recente offensiva, poi neutralizzata, contro le forze governative siriane e una divisione della polizia militare russa. Aveva accusato i servizi segreti americani di aver ispirato l'attacco.


Correlati:

Al Nusra: attacco su larga scala all'esercito siriano
L'aviazione russa in Siria ha neutralizzato in un giorno 850 terroristi
Siria, Mosca segnala ribelli filo-USA a sostegno ISIS sul fronte di Deir ez-Zor
“Non i militari americani, ma i russi distruggeranno ultima roccaforte dell'ISIS in Siria”
Per il Guardian “Russia e Assad vicini alla disfatta dell'ISIS”
Forze speciali russe in aiuto di militari siriani respingono offensiva islamista
Siria, USA propongono alla Russia di discutere il futuro di Deir ez-Zor
Tags:
generale Igor Konashenkov, Terrorismo, Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, crisi in Siria, Daesh, FOrze democratiche siriane, Al-Nusra, Esercito della Siria, ministero della Difesa della Federazione Russa, Cremlino, Stato Maggiore, Sergey Rudskoy, Dmitry Peskov, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook