06:35 04 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
3100
Seguici su

I miliziani usano la rete di tunnel nella periferia di Damasco, a Ain Terma e Dhobar, per neutralizzare gli sforzi per la creazione di zone di distensione, ha detto ai giornalisti il generale dell'esercito siriano Nabil Isra.

"I miliziani, naturalmente, rischiano quando scavano i tunnel e spesso si verificano frane. Ma questo non li ferma, continuano a scavare, perché la guerra sotto terra è molto efficace: colpiscono la nostra posizione, quando apriamo il fuoco, tutti i militanti sono già sotto terra" ha detto.

Secondo il generale, i tunnel danno ai militanti di Al Nusra la possibilità di spostarsi in segreto tra quartieri diversi e sparare contro le truppe governative e dell'opposizione, costringendole a violare la modalità di tregua. La maggior parte dei tunnel sotterranei sono scavati a mano, ma per la costruzione di alcune gallerie hanno usato macchine per scavare la terra, ha aggiunto Isra. La lunghezza totale delle gallerie è di 50 chilometri, dove possono muoversi unità intere. C'è spazio per lo stoccaggio di munizioni e per il riposo, nonché per postazioni fortificate.

I locali, che sono stanchi della guerra e delle atrocità dei terroristi, indicano gli sbocchi di questi tunnel. I militari li minano immediatamente dopo il rilevamento.

"La maggior parte dei tunnel è stata già individuata e distrutta" ha detto Isra.

Le tattiche della guerra sotterranea sono usate non solo nella regione della capitale, ma anche ad Aleppo, Akerbat, nella parte orientale della provincia di Hama. Ad Akerbat gli insorti sono riusciti a costruire una città sotterranea, la lunghezza del tunnel variava da 100 a 800 metri, ciò permetteva di scambiare messaggi da una sezione all'altra. Questi tunnel sono stati distrutti dai droni militari della Russia.

L'esercito siriano ritiene che questi sistema sia stato creato a Deir el-zor.

Correlati:

Militari israeliani segnalano di aver abbattuto un drone al confine con la Siria
Siria, USA propongono alla Russia di discutere il futuro di Deir ez-Zor
“USA hanno polverizzato la loro reputazione in Siria”
Tags:
Siria, azioni russe in Siria, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook