14:04 22 Ottobre 2017
Roma+ 21°C
Mosca+ 2°C
    Bandiere di Ucraina e UE

    Ucraino chiama polizia perché commessa si rivolge a lui in russo

    © REUTERS/ Gleb Garanich
    Mondo
    URL abbreviato
    2915183835

    Un cliente del negozio EK Market nella città ucraina di Vyshgorod ha chiamato la polizia quando uno dei commessi si è rivolto a lui in russo. Lo ha comunicato lo stesso cliente sulla sua pagina Facebook.

    L'uomo ha dichiarato di pretendere che i servizi vengano offerti sempre nella lingua di stato e periodicamente denuncia i dipendenti delle catene commerciali che si rifiutano di parlare con lui in ucraino.

    "Ma l'incidente che si è verificato con me di recente, ha superato tutti. Non ho mai visto una tale palese violazione dei diritti" scrive un utente col nickname Oleh Oleg sul social network.

    "La commessa ha cominciato a farmi domande in una lingua straniera, ho chiesto dunque di parlare ucraino, al che lei ha risposto di no. Vi informo, che ha violato le leggi dell'Ucraina, in cui il servizio standard dovrebbe avvenire in lingua ucraina. Lei sfacciatamente dice: "non capisco l'ucraino. E comunque sono russa" ha descritto la situazione il cliente.

    L'amministratore della catena "EKO Market" dove è avvenuto l'incidente si è rifiutato di dare al cliente il libro dei reclami e ha chiesto di non fermare la fila. In risposta l'uomo ha chiamato la polizia. Le forze dell'ordine hanno offerto al cliente insoddisfatto di recarsi alla stazione, ma lui ha chiesto di rilasciare una denuncia sul posto.

    Dunque la denuncia è stata presa sul posto. Continueremo a monitorare attentamente gli sviluppi. Vorrei avere una risposta ufficiale dalla rete "ECO Market" su come è possibile umiliare così la lingua ucraina" ha scritto l'utente.

    In precedenza, in parlamento è stato approvato il disegno di legge "lingua ufficiale", che conferisce status esclusivo alla lingua ucraina. Si prevede che la lingua ufficiale sarà obbligatoria per gli enti statali e locali, istituzioni mediche, ma anche in tutte le scuole. Sono state imposte severe restrizioni sull'uso delle lingue delle minoranze nazionali dalla legge "Sull'istruzione", approvata di recente dal parlamento ucraino. I governi di Ungheria e Romania lo hanno considerato discriminatorio, il Ministero degli esteri russo ha dichiarato, che viola la costituzione ucraina e che è in contrasto con gli obblighi internazionali di Kiev.

    Correlati:

    Inviato speciale della Casa Bianca sull'Ucraina critico su missione di pace nel Donbass
    Diplomatico tedesco: l’Ucraina non ha possibilità di entrare nella NATO a breve termine
    Compagnia ucraina Naftogaz esterna sue preoccupazioni sul gasdotto Turkish Stream
    Poroshenko dichiara requisiti Ucraina per entrare in UE e NATO
    Tags:
    Ucraina, Relazioni Russia-Ucraina, Crisi in Ucraina, Ucraina, Conflitto in Ucraina, Parlamento, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik